28.2.12

John Carter vs. John Carter di Marte


Tra qualche ora vado a vedermi un'anteprima di quelle blindatissime, una di quelle che prima di entrare ti fanno firmare un embargo (che, per me, non ha senso), in cui ti impegni a non pubblicare una recensione del film fino a una certa data.
Il titolo in questione è John Carter di Marte.
O meglio, John Carter e basta, visto come lo ha ribattezzato la Disney, nella paura di alienarsi il pubblico femminile (tradizionalmente ostile nei confronti della fantascienza).
E, a questo proposito, nell'ambito di una polemica più ampia nata negli USA a proposito della maniera (profondamente sbagliata secondo alcuni) in cui la Disney sta comunicando il film, vi posto due filmati.

Il primo, è il trailer ufficiale della pellicola:

Che ci mostra un film a mezza via tra Prince of Persia e Star Wars.


Il secondo, è il trailer realizzato da un fan che ha voluto mostrare alla Disney come si sarebbero potute usare le stesse immagini per dare maggiore valore all'importanza e all'originalità dell'opera seminale di Edgar Rice Burroughs:


Inutile dire che, da amante del personaggio, preferisco quest'ultimo.

11 commenti:

giuspe ha detto...

premetto che non conosco il personaggio;

da utente ignorante dei due trailer, mi vengono spontanei due commenti

1) propongo una congestion charge di un quadrilione di $ sull'utilizzo di Kashmir nei trailer dei film di fantascienza/azione...non é possibile - puttanazza eva! - che sei pagato per fare un trailer e non riesci ad inventarti niente di meglio. Che stai usando, un template di Final Cut Pro?

2) il doppiaggio italiano, crissshtosánto...
[INSERIRE QUI POLEMICA INFINITA]

giuspe ha detto...

...ah, e c'é un piccolo typo nel nome dell'autore.

Tommaso ha detto...

In tutta franchezza spero vivamente che il film sia MOLTO meglio di queste anteprime, talmente piene di cliché presi da altre pellicole da sfiorare la parodia.

Ci spero sul serio, perchè visivamente sembererebbe finalmente un fantasy degno di questo nome.

Quoto Giuspe sugli abusatissimi Led Zeppellin e sulla cagnaggine dei doppiatori italiani... "i migliori del mondo" 'sto cazzo... lo erano fino a vent'anni fa!

Mario Benenati and Haïfa Adam ha detto...

il secondo trailer è molto più interessante di quello ufficiale. Sono fiducioso che il film non mi deluda.
mario

Planetary ha detto...

Davvero qualcuno ha pensato che "di Marte" alienava il pubblico femminile? C'è davvero gente pagata per pensare questo?
No dico, perchè invece vedendo il trailer sembra una frizzante commedia degli equivoci con Hugh Grant?

Nebo ha detto...

Figata, Balla coi lupi rifatto dalla Disney! Quello coi tipi tutti blu non m'era piaciuto tanto, ma questo sembra essere buono.

Macphisto ha detto...

Ho letto che ne era stata fatta già una versione direct to video con Traci Lords, forse meglio di questo :P

Tyler ha detto...

Al primo impatto risulta fortemente derivativo.
Il che non vuol dire che sia necessariamente brutto o banale.
Qualche cosetta in merito alla riuscita di un film, in fondo, la dicono anche trama e regia.
Waiting for rrobe...

scheletro ha detto...

io non riesco più ad apprezzare la fantascienza moderna è più forte di me e questo john carter non mi dispiace spero solo che non mandino tutto a puttane con effetti speciali non azzeccati o sbagliati nel contesto. rrobe sto scoprendo ora doctor who lo hai mai visto? devo dire che per quanto sia fatto con pochi spiccioli ha degli episodi geniali altri sono spazzatura

Mario De Roma ha detto...

Il secondo trailer mostra un crescendo lineare ed una struttura della storia di avventura dura e pura vecchio stile. Roba che appunto, date le seghe e i pipponi che ci siamo sciurbati negli ultimi anni è rinfrescante.

Forse potevano temere puzzasse troppo di Narnia.

Quello che danno al cinema mi fai intendere che vogliano a tutti i costi fare venire la gente sussurandolgi nell'orecchio "ueh, fra, è tipo avatar, e infatti ci abbiamo pure il 3d"

P.Franco ha detto...

la questione che sfugge ai più è che Johh Carter (di marte) non è 'qualcosa di derivato' ma 'qualcosa da cui è derivato' praticamente tutto il panorama fantascienza/fantasy dell'ultimo secolo