30.3.12

John Carter: di amori e fallimenti

Ormai è un fatto: John Carter è entrato in un club piuttosto ristretto di pelliccole quali I Cancelli del Cielo, Cleopatra, Ishtar, Waterworld, Corsari, Hudson Hawk, Waterworld, Gigli, Last Action Hero, Speed Racer, L'Uomo del Giorno Dopo e via dicendo.
Il club dei super flop, quei film di alto profilo, costati un casino, che hanno fallito al botteghino oltre ogni più pessimistica previsione.



In questo caso, le ragione del fallimento sono difficili da capire.
Quelli a cui il film non è piaciuto, tagliano la testa al toro in fretta: era un brutto film, non ha fatto i soldi.
Ma se i brutti film non facessero soldi, allora roba come Transformers 2 dovrebbe apparire nella lista di cui sopra, giusto?
No, non funziona.
La qualità di una pellicola (specie di un blockbuster) influenza solo in parte il suo successo commerciale.
Fermo restando che poi, per me come per molti altri, John Carter è tutt'altro che un brutto film.
E allora cosa?
I cospirazionisti dicono che sia stata una parte della Disney stessa a voler affondare il film, con lo scopo di indebolire l'autorità degli uomini Pixar che oggi sono al controllo della multinazionale del topo e che  sono i primi responsabili dell'intero progetto.
Come tutte le teorie del complotto, anche questa è affascinante, e spiegherebbe il perché un film da 250 milioni di dollari sia stato lanciato così male... ma, siamo sinceri, va bene il masochismo, ma qui si esagera.
E allora cosa?
Io credo che questo spettacolare fallimento sia dovuto (oltre che a tutta una serie di plateali errori di comunicazione) a una cosa molto semplice: il materiale originale è stato superato dai tempi.
La sua importanza seminale è indubbia, sia chiaro, come anche la sua qualità letteraria, ma la visone di Burroughs, portata sullo schermo senza un forte lavoro di rinnovamento, è apparsa poco originale e involuta.
Ed è inutile continuare a strillare "sono tutti gli altri che hanno copiato da John Carter e non il contrario!!". Il pubblico che non sa, giustamente se ne frega.
E questo è quanto.
Comunque sia, di gente che ha voluto bene alla pellicola ce n'è stata parecchia (alcuni hanno persino dato il via a un movimento per ribaltarne le sorti), e io ringrazio Lasseter e Stanton per il tanto amore nei confronti del lavoro di Burroughs.

E a proposito d'amore...
Io e quelli del MKS abbiamo messo le mani sul meraviglioso volume qui sotto:



Ispirati dalle meraviglie in esso contenute, abbiamo gridato: PURE NOI!
E così, ci siamo cimentati nella realizzazione di una serie di illustrazioni dedicate a John Carter.

Gabriele Dell'Otto l'ha messa sul piano della più pura spettacolarità:


Werther Dell'Edera su quello dell'eleganza:




Antonio Fuso sullo stile:


E io, come tutte le ragazze bruttine della cumpa, sulla simpatia:


E insomma, l'amore non si fa spaventare dai flop, anzi, in certi casi, ne viene esaltato.
Prevalga Barsoom!


Nota a margine per i collezionisti: le quattro illustrazioni qui sopra sono in vendita, sia come pezzi singoli, sia in comodo pacchetto "all inclusive". Se siete interessati, scriveteci su FB.



33 commenti:

il decu ha detto...

Bellissimi tutti, ma come faccio a non odiare dabliù?

joeclay ha detto...

Per quanto il film abbia qualche nota stonata (poche e poi quale film non ne ha? [ok hai ragione, "L'impero colpisce ancora]) non riesco a non pensare alla "goduria" che ho provato come spettatore e mi torna in mente come fanno solo i film che da ragazzino vedevo decine di volte.
Prevalga Barsoom!

DENIS GUALTIERI ha detto...

Mi è capitato di vedere lo spot dell'ira dei titani di seguito a quello di john Carter, sembravano la stessa roba. Per curiosità vedrò gli incassi dell'ira...
Non so se l'originalità premia al box office, non so se c'è una formula ben brecisa per fare successo, l'unica cosa che so è che ai titoli di coda quasi mi scendeva una lacrimuccia al vedere la sala praticamente vuota e la consapevolezza che non esisteranno seguiti a questo bel film... spero nel delirio della pixar e che continuino, anche se è andata male.

barbara ha detto...

In tema di amore e fallimenti volevo segnalare Intolerance di Griffith, un film del 1916 costato uno sproposito e andato così male da portare al fallimento della casa di produzione, ma uno di quei film così belli che vorresti che tutti i tuoi amici lo vedessero e lo amassero con te!

Drugo ha detto...

Guarda rrobe, io sono piuttosto cinefilo, nel periodo di uscita del film avevo i miei cazzi e vabbè, però sono andato a vedere il film solo perché ho letto la tua recensione. GIURO che non ne avevo sentito parlare.
Ti ringrazio per avermi fatto godere due orette di avventura, il personaggio non lo conoscevo ed è stato divertente ed interessante scoprirlo.

Credo che la ragione del flop sia tutta qui, nella scarsa promozione, come avevi tra l'altro predetto.

Franco Traversaro ha detto...

Posso dire che, coi miei amici, abbiamo aspettato che venisse proiettato in almeno uno dei 5 cinema nel raggio di 40 km da casa nostra. Invano. E' dure che un film faccia botteghino se non ci passa nemmeno, per il botteghino.

Joel ha detto...

BerginiAH! BerginiAH! BerginiHA!
A me è piaciuto tanto, e mi spiace non sia andato bene, una cosa però mi chiedevo anche mentre ero in sala: Ma nell'era moderna una narrazione di vecchio stampo di questo tipo viene inevitabilmente percepita come ingenua dal grande pubblico?

RRobe ha detto...

Credo di sì, Joel.
I miei amici dai 30 in giù, lo hanno odiato tutti.

joeclay ha detto...

"L'ira dei titani" incasserà sicuramente di più.
La campagna pubblicitaria non è tanto differente da quella per John Carter (almeno mi sembra) e allora perchè sarà un successo di incassi?
Un problema di pubblico?
E se è un problema di pubblico allora non è un problema perchè molti desiderano vedere quel tipo di film e quindi ci sarà offerta corrispondente.
Certo che uno rosica però.

comativa ha detto...

due waterworld? errore o non ne conosco uno?

Drugo ha detto...

Avevo postato un commento ma è sparito...boh!
Comunque ti ringraziavo per la recensione perché se non fosse stato per il tuo blog non avrei mai sentito parlare di questo film.

Deimos ha detto...

Quindi è stato un Flop? Mah...non capisco davvero come faccia la gente a stroncare alcuni film e a farne passare altri che lo meritano molto meno. Però una cosa voglio dirla e forse è il sunto del perchè abbia fatto flop il film: sono andato a vedere JC con 7 amici (chi più chi meno appassionati di cinema, fumetti e videogiochi) e tutti, nessuno escluso in un modo o nell'altro sono riusciti a dire "questo o quell'altro lo hanno preso da..."

Il punto è che visivamente (vista la PIXAR dietro) doveva essere qualcosa di più di quello che ne è uscito...ma davvero molto ma molto di più perchè alla fin fine, sia come design che come effetti speciali non è che abbia fatto impazzire troppo. E il punto è che oggi se vuoi convincere le persone mediamente ignoranti, devi dargli il filmone che spacca il culo al passero. Oppure, qualcosa di meno realistico e più immaginifico e anche su questo punto JC falla, poco da dire ma è cosi.

Final Solution ha detto...

io ho avuto la sensazione fin da subito che fosse fuori tempo massimo.. magari porto semplicemente sfiga, ma la pixar questa sensazione non ce l'ha avuta?

Marco Pellitteri ha detto...

Io ti posso dire che, come possibile rappresentante dell'amante medio di fantascienza, non sono andato a vedere il film, dopo aver visto i trailer, per le seguenti ragioni:
1) troppi mostri e affollamento di CGI tipo gli ultimi tre film di Guerre stellari, che toccano il ridicolo;
2) fantascienza troppo presto trasformata in fantasy;
3) troppi film stupidi sono stati ambientati su Marte negli ultimi vent'anni, da Total Recall a Ghosts from Mars a Pianeta Rosso a Mission to Mars;
4) l'effetto "pseudo Avatar” risulta molto evidente; magari non voluto (??), ma evidente;
5) come è già stato notato in questo blog, nel trailer manca qualsiasi riferimento a chi sia John Carter e da quale contesto provenga prima di svegliarsi su Marte;
6) l'effetto “Conan / Prince of Persia” e altre schifezzuole del genere.

Penso siano stati i motivi di istintivo e istantaneo schifo provato da gente come me.

Obi-Fran Kenobi ha detto...

@Final Solution: ce l'avrà anche avuta, non è che sono gli ultimi arrivati, solo che hanno scelto la via del rispetto dell'opera originale.
Purtroppo al becero pubblico moderno, come ha già scritto Roberto con altre parole, non glie ne frega una sega, vuole il brodo riscaldato che gli hanno servito fin da quando è nato, e fa presto a etichettare una cosa come John Carter come "fuori tempo massimo" quando invece è semplicemente una narrazione più classica.
Della musica classica non si dice che è "fuori tempo massimo", è strana questa cosa.
Vecchio non significa necessariamente sorpassato, ma purtroppo l'ignoranza questi discorsi non li vuole sentire. Peccato.

Planetary ha detto...

Però mi chiedo se abbia senso parlare di flop commerciale tenendo conto solo del botteghino cinematografico. Magari venderà un fottio di dvd e nel medio periodo si ripagherà. Magari verrà rivalutato col tempo e agirà in background nella mente di qualche decenne di oggi.

RRobe ha detto...

Per Planetary: il mercato dell'home video non esiste più.
E' stato spazzato via da internet e da un supporto che la gente non ha capito.
Semplicemente, non si vende più niente.
I film fanno soldi al cinema e solo al cinema.
E se ha un ammanco di 200 milioni di dollari, ha perso sotto qualsiasi punto di vista possibile.

Vertumno ha detto...

Per varie ragioni, ho amato molto questo film e mi dispiacerà molto non ritrovarne i personaggi, il sense of wonder, il senso profondo del termine "escapismo"... :-)
Certo che ho rosicato quando ho visto le cifre del botteghino (soprattutto di quei cerebrolesi, presentisti degli americani).
Poi mi sono consolato che ero stato l'unico dei miei amici ad amare Blade Runner, un film diammetralmente opposto, allla sua uscita. E l'ho presa con filosofia. In fondo i veri nerd sono sempre soli. Da quando facciamo maggioranza?
P.S. Comunque sono nel gruppo su FB, ho comprato la perfetta colonna sonora e il libro presentato da robbe. Tanto per tenermi stretto il sogno di Barsoom.

Vertumno ha detto...

...Pensare che...

Tyler ha detto...

Hanno sbagliato il compromesso. Ne è uscito un bel film "for fans only" da 250 cucuzze...

Final Solution ha detto...

Obi Fran.. quindi sono parte del becero pubblico moderno?:)

Cavuccio ha detto...

io martedì lo vado finalmente a vedere.
meglio tardi che mai.
Tutti quelli a cui ho chiesto di venire mi hanno risposto "john chi?"

Personaggio sconosciuto
Immagini di un film che sembrava già visto
Passaparola solo tra esperti (Rrobbe)

Cattive Maniere ha detto...

@Rrobe: Hai centrato pienamente il problema. Concordo pienamente con te. Film fuori tempo massimo ed errore ancor più grave: nessun rilancio del personaggio prima di proporre il film. Errore che ad esempio (secondo me) la Marvel non ha fatto con personaggi come Thor e Cap, ben più conosciuti adesso grazie ai film sicuramente, ma ancor prima grazie ad un rilancio fumettistico in grande stile durato un anno e forse più che ha donato nuova vitalità e soprattutto attualità ai personaggi. Saluti :)

ivothor ha detto...

Aggiungo solo che Taylor Kitsch come attore protagonista non e' certo granche'. Meglio forse spendere qualche dollaro in meno in effetti speciali e ingaggiare un colin farrel o un jake gyllenhaal ,tanto per fare due nomi a caso, che sicuramente avrebbero attirato piu' pubblico e dato piu' spessore recitativo al personaggio.

Tommaso ha detto...

Non è che la promozione e i trailer erano inefficaci, secondo me sono stati troppo efficaci!

Nel senso che si sono impegnati tantissimo nel trasmettere l'idea "non preoccupatevi, guardate qua: è sempre la solita roba, uguale uguale a tutte le altre cose che vi piacciono tanto" e ci sono riusciti benissimo.

Tra le altre cose è anche stato distribuito come un film per ragazzini, quando invece era un film per trenta/quarantenni cresciuti a pane e spade laser.
Io non sono andato a vederlo (al cinema...) perché qui in Trentino è uscito in una sola sala in tutta la regione, solo in 3D e solo in orario - appunto - da ragazzini.

Poi la butto lì: film troppo classico e... come dire?... troppo "virile" per l'ormai imperante cultura nerd.

Obi-Fran Kenobi ha detto...

@final solution: e chi ti conosce? :D Che ne so, io parlavo in generale. Se temi questa cosa, domandati magari se tu non sia esageratamente assuefatto da un certo tipo di sceneggiatura preconfezionata. Ad esempio, se guardi Casablanca oggi ti annoi o ti appassioni?

Dana Ruby ha detto...

Concordo con la tua analisi precedente sulla pessima promozione. Senza il tuo post non sarei mai andato a vederlo, non conoscevo il personaggio e dal trailer sembrava davvero prince of persia incontra avatar. Dopo che l'ho visto l'ho amato.

Viviana Boccionero ha detto...

Stupendo, RRoby. Io ti amo.

Zitto, Pelliteri!!!

KK ha detto...

il problema non è l'incasso , che è tra il medio-alto , ma il fottio di soldi che è costato , saranno veri? dopotutto non ci sono attori famosi , tutti in effetti speciali ? cmq alla fine non avranno una grossa perdita tra dvd-bluray e mercato europeo si rifanno.

Marco Pellitteri ha detto...

Viviana Boccionero, mi sembri come quegli esaltati di Wikipedia, cagnolini che pisciano sul loro alberello e guai a chi glielo tocca... pare che io non possa esprimere opinioni perché questo è il tuo alberello con la tua compagnia di giro. Sei una pisciona! Pisciona!

Viviana Boccionero ha detto...

E tu hai fatto pipì fuori dal vasino. Ti chiami forse Pelliteri?


Paranoico...

Jax ha detto...

Niente da dire, sono andato a vederlo con un amico che a fine film ha detto "eh bello ma insomma tutta roba già vista" al che gli ho risposto "si ma il libro da cui è tratto è del 1912" e lui "ah...ma allora era un genio burroughs..." e da li film rivalutato.

Come hai detto tu RRobe fuori tempo massimo, per il pubblico non informato sa di già visto (noi durante la visione facevamo la gara a trovare i riferimenti dei vari film)...

Cmq peccato per chi se lo è perso a me è piaciuto molto. Non ne fanno più film così....

Andrea Toscani ha detto...

http://www.forbes.com/sites/carolpinchefsky/2012/04/02/john-carters-trip-to-mars-is-finally-profitable/ PREVALGA BARSOOM!