15.5.12

Il cinema USA e la crisi.


Questo corto è stato girato come parte della campagna promozionale del nuovo videogioco Ubisoft, Ghost Recon: Future Soldier.
E mangia in testa, per valori produttivi, a un gran numero di lungometraggi di medio livello del cinema USA attuale. E pure a qualcuno di alto livello.
Ovviamente, è realizzato da gente di cinema, tutta con un bel curriculum alle spalle.
E chi lo nega?
Ma i soldi per farlo, vengono dai videogiochi, industria dell'intrattenimento che produce ancora ricchezza e investe capitali, realizzando opere che, a vari livelli, trascendono il solo contesto del prodotto realizzato per fare soldi.
Il cinema, specie quello USA, è ormai un'industria finita che emula la vita, dandola a bere a un pubblico distratto. In pratica: un morto che cammina.
I videogiochi, pur con tutti i limiti di un linguaggio ancora acerbo, sono un'industria che, invece, la vita pare avercela davanti, e non alle spalle.