28.5.12

Tra le nuvole.


Molti sono i servizi cloud che si sono affacciati e si stanno affacciando sul mercato.
Quello che, personalmente, ho apprezzato di più, fino a questo momento, è Dropbox, uno degli strumenti più preziosi a cui ci siamo appoggiati per la realizzazione degli Orfani, la miniserie a colori della Bonelli, realizzata da me e Emiliano Mammucari.
Mi ha convinto di meno la proposta cloud della Apple, ma forse questo è un problema mio che sono diffidente nei confronti di una piattaforma web che finirebbe per legarmi in maniera, quasi indissolubile, ai dispositivi di Cupertino.
Mi interessa di più, invece, il servizio Match, sempre della Apple e legato iTunes, ma dedicato esclusivamente alla musica (conosciuto anche come: quel servizio che pulisce la tua musica illegale e la rende legale).

In questo scenario, si affaccia adesso un servizio tutto italiano che ho avuto modo di provare (e che sto provando tutt'ora): Diskmiss.
Che è un pelo meno intuitivo e accattivante del mio amico Dropbox ma che costa di meno e offre anche un mucchio (ma davvero: UN MUCCHIO) di spazio in più.
A naso, credo di avere un nuovo amico nel settore del storage di dati sul web.
Mi spiace Dropbox, è stato bello fino a quando è durato.

Ora, se non ci avete capito nulla di quanto ho scritto e non avete idea di cosa sia il Cloud, andate QUI, dove il Panda (e Giacomo Bevilacqua) ve lo spiega (e non solo, vi regala pure un bello sconto).