23.6.12

Guns N' Roses concerto di Milano 2012

Adesso: solo un evento straordinario mi potrebbe spingere a scrivere questo pezzo alle due e mezzo del mattino, dopo una giornata passata dalla mattina a notte fonda, a un festival rock.
Ecco. l'evento è stato il concerto dei Guns.
Perché io non lo se è successo il miracolo e Axl è tornato quello di un tempo o se, semplicemente, ha sputato l'anima per dare al pubblico una prestazione memorabile, in maniera da eclissare il rivale Slash, anche lui in programma al Gods of Metal (ma il giorno dopo)... resta solo il fatto che ho assistito a un concerto di tre ore e dieci minuti in cui Axl e i nuovi Guns (ma sarebbe anche tempo di smettere di definirli tali visto che sono tre anni che si esibiscono insieme e ora, a vederli suonare, sono un gruppo affiatato e credibile a tutti gli effetti), hanno dato il meglio di loro.
Tre ore e dieci minuti.
Nemmeno i concerti degli anni d'oro duravano tanto.
E Axl ha cantato di tutto, anche roba che non ha mai cantato dal vivo in precedenza (e ha fatto anche quattro o cinque cover, una meglio dell'altra) e ha cantato tutto bene, o meglio (quasi tutto, lo ammetto, un paio di pezzi all'inizio pareva a corto di fiato).
E ha pure ballato.
Ed è dimagrito.
E se ha ancora le tremende treccine, non lo ha fatto vedere, perché ha sfoggiato una serie di cappelli che manco Tex.

Un concerto eccezionale, inaspettato e sorprendente.
E la cosa che mi ha colpito piacevolmente di più è che, durante tutta la sua lunghissima durata, mai ho sentito l'assenza di Slash.
E dubito che domani, quando il chitarrista con la tuba si esibirà con Miles Kennedy alla voce (che pure mi piace), io non sentirò l'assenza di Axl.
Di questo Axl.

I Guns sono tornati.
Per questa notte, almeno.
Speriamo per sempre.


p.s.
Michelle cantata squarciagola con Sebastian Bach ha fatto tremare i pilastri del cielo.

p.p.s.
se non credete alle mie parole (che, lo ammetto, per Axl sono un poco frocio), andatevi a vedere cosa scrivono sui forum, sui siti e attraverso Twitter tutti gli appassionati di hard rock e le riviste specializzate.

9 commenti:

Red ha detto...

Sono contento che Axl si stia riprendendo perchè, nonostante non sia mai stato un loro grosso fan (lo so, ditemi che sono una brutta persona, ma per me conta molto anche il rispetto verso gli artisti e loro non me lo hanno mai ispirato), non è mai bello vedere gli dei che cadono.

Anche se oramai sono salpato da un pezzo per altri lidi e non sto più lì ad aspettare i loro lavori, credo comunque che sia Axl, e non quel carrozzone che si porta dietro Slash, con i suoi "finti" Guns'n'Roses ad avere più possibilità di riportare in vita lo spirito originario della band.

P.s: Myles Kennedy cantante della stramadonna ma lo preferisco con gli AB \m/

Il FaS ha detto...

non sto rosicando abbestia, di più

ivothor ha detto...

ma quanto hai ragione!!! axl ha ritrovato la sua voce questo e' certo!

http://www.youtube.com/watch?v=iG5d4r7KHXo&feature=relmfu

RRobe ha detto...

Ma poi è finalmente sicuro sul palco e carico e magnetico.
Grande, grande, concerto.
Oggi, Hardcore Superstar (che ho già visto e da cui mi aspetto molto), poi Slash, poi Darkness e poi i miei Motley.
Il miglior Gods di sempre.

Slum King ha detto...

Cazzo a vedere i filmati su Youtube, Axl è stato grandioso.

Che invidia per questo GOM porcogiuda!

Fuz ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
omo os caras do slimpikinot ha detto...

Nei commenti di alcuni video su youtube dicono che in realtà l'Axl ciccio era Mick Hucknall.

Anche nei video del gods of metal 2006 non mi sembrava male comunque.
L'importante è che sia uscito dalla fase paranoica stile Rock in Rio, con lo sguardo perso nel vuoto quando non gli usciva la voce.

Spera di beccarti anche Vince in forma.

ivothor ha detto...

grandi giornate di rock n roll allora!!! sono curioso di sapere come saranno dal vivo Slash e Myles.

stefano.passeri ha detto...

Quanto ascoltavo i Gun's...sarebbe stato un sogno vederli almeno una volta ma ormai le mie condizioni di salute mi impediscono quasi praticamente ogni uscita da casa.