25.7.12

John Doe 22: oggi in edicola



Bene.
L'ultimo numero di JD dovrebbe ormai essere uscito in tutta Italia.
Immagino che se siate lettori della testata, dopo novantotto storie non vi perderete la novantanovesima e ultima.
Quindi, per il momento, chissene di voi.
Parliamo a quelli che John Doe non l'hanno mai letto.
C'è un motivo per cui dovreste comprare questo albo?
Potrei dirvi di sì, che la storia che ho scritto è davvero un qualcosa di particolare e che sono convinto vi divertirete un sacco a leggerla.
Ma è inutile stare a sentire l'oste quando vi dice che il suo vino è buono, quindi vi parlerò dei disegni.
Chi disegna questo numero ventidue (che è pure un numero cento)?

Prima di tutto, Luca Genovose.
Che di questa stagione di JD, è stato la colonna portante e che ha realizzato la maggior parte della storia.

Poi Massimo Carnevale.
Che finalmente si cimenta con delle tavole a fumetti di John Doe, illustrando una lunga sequenza di una bellezza straordinaria.

E poi Emiliano Mammucari, Elisabetta Barletta, Alessio Fortunato, Walter Venturi, Riccaro Burchielli, Davide Gianfelice, Matteo Cremona, Riccardo Torti, Giorgio Pontrelli, Werther Dell'Edera, Massimo Dall'Oglio, Andrea Accardi, tutti presenti con un contributo importante.

Insomma, se non vi convinco nemmeno così, allora lascio perdere.
Non avete un cuore.

30 commenti:

Salvatore Nicotra ha detto...

Figata pazzesca.

pietro ha detto...

caro Roberto.secondo me dovresti ringraziarli i tuoi lettori sopratutto quelli che ti hanno seguito sino alla fine. deve essere stata una tortura tremenda vedere il propio personagio preferito ridotto così

RRobe ha detto...

Era una battuta, Pietro.
E' ovvio che mi rivolgerò ai lettori che ci hanno seguito sin qui, ma lo farò con un pezzo apposito.

gianluca ha detto...

Quoto totalmente: i disegni di questo numero sono eccezionali. La sequenza di Maestro Carnevale, poi, è un momento altissimo di fumetto.
Applausi a scena aperta!

Drugo ha detto...

Lo compro, ho intenzione anche di recuperare gli arretrati. Ma ho un po' paura a leggere prima il finale e poi tutti i precedenti.

Giulio ha detto...

L'ho visto ine dicola e sfogliandolo ho notato la stampa: per una volta, davvero ottima. Anche solo per questo la serie chiude col botto (sai com'è, dopo 98 numeri funestati da una stampa DIMMERDA, che ha rovinato i meglio disegnatori, la cosa risalta). A presto per commenti più costruttivi.

antonio ha detto...

Mi hai convinto!:-)
In ogni caso complimenti a tutti per la vostra avventura editoriale.

ivothor ha detto...

complimenti davvero per aver creato un personaggio come John! e saro' pure una mosca bianca ma la mia stagione preferita rimane la prima.

pietro ha detto...

lo sai che mi piace stuzzicarti ;-)
qualcuno dell'ultima stagione sono piaciuti persino a me

Massy ha detto...

Tra alti e bassi tra stupore e delusione,tra ansia e noia siamo arrivati alla fine.
Ho letto per caso un numero della prima stagione e sono corso ai ripari comprandomi e leggendomi in blocco buona parte della prima e della seconda poi centellinato la terza e "in diretta" la quarta.
Mi mancherà John ma non riesco a immaginare (anche se mi manca di leggere l'ultimo) come sarebbe potuto continuare mentre so' benissimo il futuro eterno che poteva avere una prima stagione unica con John perennemente in fuga dalla trapassati inc.
Ma non sarebbe stato il caso editoriale italiano se fosse rimasto all'ombra dello stile Bonelli e quindi va bene così.

Ho adorato la prima e la terza stagione e penso che il miglior disegnatore di John sia stata la Barletta!!!
Questo è quanto

Slum King ha detto...

Grazie RRobe. Scritto da dio, disegnato da dio, con una stampa finalmente impeccabile. Il finale che si merita.
JD è stato il "Dylan Dog" della mia generazione(adolescenti cresciuti con JD, e poi ti lamenti che vengono su male? :asd:) e sono onorato di essermelo goduto in diretta.
Sono un po' scosso e triste ma sono felice. Mi sento libero, di quella libertà che ti danno i mondi che ci sono dentro di noi.
Perché le cose belle devono finire, non ha senso il loro durare per sempre.
E ora, dritti versa il prossimo livello!

Nessuno ha detto...

Leggo spesso questo blog ma non commento mai per scelta. Perchè mi stai sul cazzo. Ma...è da quando, molti anni fa, ho letto Gide, Croce, Gentile, Gramsci e altri che ho imparato a separare l'opera dall'autore. Ho comprato e letto tutto JD e mi è piaciuto. Molto. Tu e i co-creatori avete fatto un gran lavoro. Avete creato, in 99 albi ma soprattutto con la "quarta stagione" un "unicum" che, mi auguro, diventi case-history nella nona arte (se fossimo in USA scommetterei che sareste studiati -tu e JD- nelle università in meno di 10 anni), per il futuro. Chapeau.
JD è morto. Viva JD. Lunga vita a JD.

CZ

Pigi ha detto...

Ho scoperto JD con la sua ultima serie. Nella prima parte ho trovato alcuni numeri poco fruibili, mentre mi sono divertito molto nel viaggio fra generi.

Il numero finale è strepitoso.

Alla fine quello che volevo dire è che, per quanto possa apprezzare o meno il risultato, mi fa sempre molto piacere vedere autori che si sentono liberi di fare quel cacchio che pare loro con il loro personaggio.

RRobe ha detto...

Per Slum: sei sempre il mio lettore preferito.

Per Nessuno: ti stimo un sacco. E non sto facendo ironia.

Per gli altri: grazie!

FaBBBio ha detto...

quoto pigi, sono un nuovo lettore come lui. Aggiungo che ho una voglia matta di recuperare i numeri più vecchi.

Viviana Boccionero ha detto...

Vivrà per sempre nei nostri cuori, come un calcolo sentimentale. Non opere di bene ma fiori. E sfoggeremo ai tromboni le nostre trombosi, come l'Higgs sta ai bosoni, l'Honda al Vale, e i marosi.

Perché mi stai sul cazzo, RRoby!

Jabbawack ha detto...

ho inizato a comprare john doe dopo aver iniziato il corso di sceneggitura con bartoli (all'inizio per farmi un idea)

ora sto recuperando i vari numeri (purtroppo a casaccio) e onestamente non riesco a vedere alti e bassi che citatano gli altri.

da lettore accanito della vertigo ti dirò: se foste stati americani a quest'ora John sarebbe tra Sandman Preacher e Hellblazer.

non è piacioneria. vi stmo perchè avcete fatto in italia quello che la vertigo ha fatto in america

leo ha detto...

Un bell'applauso.
Da sceneggiatore, me la sono proprio goduta tutta. Anche perchè,(ti ricordi?)è fugato il timore di far finire le nostre serie in modo simile.Bella tutta, piena di idee, io ci avrei tirato fuori una trilogia!ahahah!;)
Invece va benissimo così, e il finale è geniale!
Sottoscrivo quello che hanno detto altri, prima di me: una serie che ha avuto coraggio. Il coraggio di raccontare storie a fumetti in altro modo, rispetto a canoni classici e tipici italiani. L'unica serie che compravo in edicola. E' così che secondo me dovrebbe essere un fumetto. Dovrebbe portare i lettori in edicola. In bocca al lupo con la prossima!

Greta Bartoli ha detto...

ho provato a leggerlo come un lettore normale. mi sono commosso e divertito. bravo, robertino.
lollo

giuglio ha detto...

Ancora rido per il finale!
E per alcune delle tante chicche seminate qui e lì [il cameo di DYD è clamoroso!]

Che dire? Come tutte le cose della vita, JD ha avuto momenti sublimi e clamorose battute d'arresto, cosa che lo rende ancora più "umano" e meno personaggio di fumetti tipico del panorama del fumetto italico.

E poi, forse è il caso di ricordarlo, è stato il trampolino di lancio per una generazione di disegnatori che ora shpadruneggiano in vari ambiti, dal pop al super hipster, e credo che per te e Lollo questa sia una delle soddisfazioni maggiori

Epperò non poteva non finire, e non poteva non finire così, anche se mi fa rosicare sentire già la mancanza di JD.

Grazie di tutto

PS @lollo: "bravo, robertino".
"A tratti", aggiungerei :-)

Daniele ha detto...

RRobe non so bene che dire, e sì che da dire ce ne sarebbe molto. Non ho gli strumenti per fare una valida critica del vostro lavoro o per comprendere fino in fondo quello che hai voluto mettere in questa storia), sono solo un lettore e almeno per adesso cerco di farla breve e mi limito a dirti: ben fatto! Hai dato a John Doe un finale degno della serie.
Danny

Giuseppe Pandolfo ha detto...

Pag 19 in basso e' dyd???

Giuseppe Pandolfo ha detto...

Poco da dire quest'ultimo numero e' ub capitolo di pura arte

giuglio ha detto...

@Giuseppe Pandolfo
Sennò?

Antonello ha detto...

La migliore storia della quarta stagione , JD è stato innovativo ed originale sempre , ma qui vi siete superati.L'idea di lasciare le vignette in bianco è geniale. Non esisterà mai più un fumetto che nel corso del tempo diventa metafumetto e che lascia al lettore la possibilità di scriversi il finale. Ogni tentativo di scrivere roba del genere sarà puro plagio a JD.
Mi sento strano ,sensazioni simili a quando ho visto per la prima volta " Vanilla Sky "(guarda caso).
Sono triste che il mio (anti)eroe non mi accompagnerà più nei mesi a venire, ma allo stesso tempo felice , perchè John ha finalmente trovato la sua serenità.
Complimenti sinceri a te Roberto , hai creato qualcosa di unico.
Una domanda e spero mi risponderai, Chi urla a John nell'ultima vignetta? Ricorda che hai fatto un patto con John...se dovesse tornare sarebbe patetico, e rovineresti tutto il lavoro fatto per questo ultimo albo.
John Doe è morto , Viva John Doe

Houron ha detto...

Antonello, grazie infinitamente per lo spoiler.
Qui in Terronia non sono ancora riuscito a trovare un'edicola che lo venda...

Che poi ricordo una cosa simile (ma del tutto diversa) quando John uccise "Il Grande Capo", causando la scomparsa dell'universo e, a poco a poco, del fumetto stesso: le linee diventavano tratteggi, i disegni schizzi e i baloon si svuotavano fino a lasciare pagine bianche...
Una fantastica rottura della quarta parete: non un personaggio, bensì un universo consapevole di essere in un fumetto e "sparisce" di conseguenza.

Ho apprezzato John Doe. E sarò sincero:
Ho smesso di seguirlo finita la terza stagione.
Fino all'uccidere Dio mi è andata a genio, il dopo, il John doe creatore, m'ha solo fatto esclamare diversi "Meh".
Avevo perso l'interesse.

Ho scoperto solo di recente cosa mi son perso con la quarta e me ne dispiaccio. Vedrò di rimediare.

Giorgio Salati ha detto...

Lo prenderò sicuramente! Non sono stato un lettore assiduo di JD ma è un numero importante e lo farò mio!


P.S.: Il commento di Nessuno mi ha fatto ridere un sacco!

Massy ha detto...

sono andato in fumetteria il giorno della uscita in edicola e li che l'ho in casella ancora non era arrivato
Il guaio è che dopodomani parto in vacanza e per dieci giorni nisba
sto pensando seriamente di acquistarlo in edicola e tenerlo doppio.
I commenti in giro sono troppo intriganti per farmi aspettare 20 giorni per leggerlo :-Q____

el ha detto...

:)

Donato Antonino Castello ha detto...

Mi manca John Cazzo! Ho tutti i numeri ed ogni tanto vado a toglierli dal celofan e li rileggo, ma mi manca!