17.9.12

Postilla.

Mi dicono che qualcuno si è offeso per quello che ho scritto sul blog, cosa che mi fa specie visto che era un discorso generico (come ben specificato dal testo). Credo che se qualcuno si riconosca in quello che ho scritto, il problema sia principalmente suo.

10 commenti:

Demon McMhanous ha detto...

Personalmente non so cosa sia uscito di recente, né chi siano gli "indiziati", ma sento puzza di coda di paglia...

mario uno due ha detto...

e infatti meno male che quello le cui parole venivano coperte dal rumore delle unghie sugli specchi ero io, che qui tra arrampicate pindariche ("io parlavo in generale", si, certo), code di paglia ed ennesimi autogol mettendo pezze su pezze, continui a fare davvero ma dico davvero-davvero la figura del coglione reiterato.

RRobe ha detto...

Per Mario:
sai leggere?
" Se qualcuno, un giorno, si dovesse prendere la briga di fare una lista dei nomi di tutte le iniziative fallimentari che hanno raggiunto le edicole negli ultimi venticinque anni, noterebbe come certi personaggi sono ricorrenti.
Nel mio piccolo e senza starci a pensare sopra troppo, mi vengono in mente almeno tre o quattro nomi di autori, o pseudo tali, a cui ho visto far fallire almeno cinque o sei progetti da edicola (e voi non avete idea di quanto costi mandare un prodotto in edicola)."

Fine della storia.

mario uno due ha detto...

essi, certo: fine della storia. ora che sei spalle al muro.
MA TU DAVVERO CREDI DI POTER PRENDERE X IL CULO IN QUESTO MODO I TUOI STESSI FOLLOWERS???
davvero credi che ti basti estrapolare un passaggio del tuo post tecnicamente generalista per far si che i tuoi lettori (molti dei quali vengono qui apposta per sentirti spalare merda su tutto e tutti) si bevano sta versione di te improvvisamente candido e innocentino che parlava "in generale"?

come se non conoscessimo la tua malizia, o il fatto che non fai mai qualcosa di casuale (intendendo che hai sempre e cmq un secondo fine).
quando scrivi "Mi capita di andare in edicola e vedere una nuova pubblicazione a fumetti. Guardo il colophon e mi cade l'occhio sui nomi che l'hanno realizzata. E mi viene da ridere" parli esattamente di qualcosa che hai appena spulciato in edicola, qualcosa di nuovo, qualcosa che ti spinge a scrivere un post che soltanto dopo può anche diventare un discorso generale, ma nasce da un prodotto specifico, con nomi specifici, che infatti nei primi commenti i tuoi lettori ti chiedono a gran voce.

quando scrivi "Ancora peggio succede quando queste figure si riescono a ritagliare un qualche ruolo presso una delle tante scuole di fumetto che ci sono nel nostro paese, e dall'alto del loro abisso, pontificano con gli allievi, imponendo la loro deficitaria visione del nostro medium, formando nuovi autori che ci metteranno anni a scrollarsi di dosso le cazzate che gli sono state inculcate" diventa chiaro, quasi matematico, che parli di qualcuno che insegna ad una scuola di fumetto + che fa un fumetto appena uscito in edicola + che suo malgrado ha diversi progetti chiusi prematuramente = Andrea Domestici.
che probabilmente ti è sempre stato sul cazzo, quindi il post assume solo un significato liberatorio, vendicativo, sminuente, offensivo, dall'alto di quei numeri di cui ti vantavi solo pochi giorni fa.

il bello è che continui a fare il vago, a stare ben attento a dire "non parlavo di Domestici", perché dopo esserti infilato in questo cul-de-sac faresti solamente la figura del vigliacco che si rimangia le sue bullate, quindi meglio sorvolare.

sei veramente patetico, Recchioni.
un pallone gonfiato talmente pieno di se stesso, che le mani in faccia da qualche tuo collega te le stai andando a cercare sempre più spesso. non ti lamentare se poi arriveranno.

RRobe ha detto...

Ho visto solo una persona, recentemente, chiamare follower il pubblico di un blog. Ciao, Paolo.
Posta pure con il tuo vero nome.

Piacevole notare che sei arrivato alle minacce fisiche.

RRobe ha detto...

E notare che tutto questo nasce perché ho detto: se hai sempre fallito, forse è meglio che la smetti di far danni.
Un crimine in un paese in cui, anche i peggiori, vengono tenuti in vita in qualche maniera.

mario uno due ha detto...

ma non avevi detto "fine della storia"?
non ce la fai proprio a non rispondere e tacere salvaguardando quel poco di dignità che ti resta.
e cmq non sono Paolo, che ti farebbe pure comodo pensarlo. perchè evidentemente scopriremo presto che per quel centinaio di persone che baciano il terreno in cui cammini (se guardi lo storico del blog, son sempre gli stessi a commentare) ce ne sono migliaia che ti considerano un povero coglione isterico.
difficile da digerire, è vero?

Giuseppe Lo Bocchiaro ha detto...

ma perchè Mario uno due si sta incazzando in questo modo? E soprattutto: chi ca**o è mario uno due?
p.s. io "follower" su un blogspot non l'avevo sentito dire mai. Che è, una bestemmia?

maurizio lamalfa ha detto...

Mi sembra assurdo leggere quest assurda polemica da parte di mario uno due.. Rrobe, nel SUO blog ha tutto il diritto di scrivere quello che vuole, non e' mica il sito di una casa editrice,o una testata giornalistica per cui e'stipendiato! e se non ha fatto nomi, e' stato proprio per permettere a chi interessato di informarsi liberamente..! addirittura parlare di mettere le mani addosso.. boh!

Nervo ha detto...

Ma, più che altro, questo mario uno due non dimostra di essere altro che il solito vigliacco da tastiera che si nasconde dietro account fake per poter insultare chiunque impunemente. Fortuna che Roberto questi se li pappa a colazione (io, per dire, di solito li ignoro e basta)