10.10.12

Sempre peggio, sempre più in fretta.

Mi arriva una mail da parte di Players, una rivista specializzata nell'intrattenimento (cinema, videogiochi, fumetti, musica e via dicendo).
Vi riporto il testo integrale con alcune riflessioni mie, a margine.


Perchè state ricevendo questa email? 

Salve a tutti, sarò breve. State ricevendo questa email perchè abbiamo deciso di iniziare a dialogare con un pubblico selezionato di blogger e testate giornalistiche, per due motivi: 

Evvabè, sorvoliamo sull'accento sbagliato di quel perché. In fondo, a scrivermi mica è il responsabile editoriale di una rivista.
Andiamo avanti.

1) Diffondere le nostre iniziative presso potenziali opinion leader: in breve, se vi piace quello che facciamo, condividetelo con il vostro pubblico. Il karma ringrazierà.


In poche parole, fargli pubblicità.
E badate, non saranno nemmeno loro a ringraziarci, ma il karma!

2) Mettere in piedi possibilità di collaborazione a più livelli, che verranno discusse caso per caso: scambi di articoli, ospitate sul nostro magazine o podcast, embed della rivista sul vostro sito in cambio di pubblicità gratuita, ecc. Se avete idee da sottoporre, saremo lieti di starvi ad ascoltare.

Ospitate, capite? Mica roba pagata. E poi, se vogliamo, possiamo anche mandargli idee. Sempre a gratis, s'intende.
Che tanto poi ci pensa il karma a saldare i conti.

Qui sotto troverete una panoramica delle nostre ultime uscite, tanto per dare un po' di contesto a chi già non ci conosce.

Grazie, siete troppo generosi.
Ah, per la cronaca: io la riguarderei la costruzione grammaticale di questa frase.

Grazie per l'attenzione

Tommaso De Benetti
Responsabile Editoriale


Grazie a te.
Facciamo che ti chiamo io, ok?

Sempre peggio, sempre più in fretta.
Cristo santo.