29.10.12

Verso Lucca: METAMORPHOSIS di Giacomo Bevilacqua


Una delle cose che mi rattrista di più della critica italiana a fumetti (ma, in generale, della scena fumettistica tutta), è la sua incapacità di vedere.
Vedere le eccezioni, individuare le eccellenze, capire la rilevanza delle cose. Limitandosi, invece, ad aderire a un pensiero fatto di preconcetti e idee sclerotizzare.
Potrei farvi dei casi pertinenti su della roba che mi riguarda ma farlo significherebbe dare l'impressione di essere uno che si lamenta e critica, solo in funzione di un interesse personale.
Quindi, vi parlerò di Giacomo Bevilacqua, creatore di A Panda Piace e del prossimo Metamorphosis.

Brevissimo riassunto della carriera personale di Giacomo:

- ha iniziato a pubblicare sui settimanali Eura per poi passare agli albi monografici mensili di Detective Dante John Doe.

- ha disegnato una miniserie per gli USA dei G.I. Joe.

- ha disegnato il libro Homo, Homini Lupus, su testi di Giulio Gualtieri, per i tipi della BD.

- ha creato A Panda Piace, una striscia web che prima è stata raccolta in una serie di volumi (di grandissimo successo editi) da Edizioni BD, e poi è stata ristampata in una versione da edicola da GP Pubblishing.

- ha trasformato A Panda Piace in un marchio di successo che è stato declinato in ogni forma di gadget possibile e immaginabile come solo il Lupo Alberto di Silver prima (basta entrare in una qualsiasi libreria Feltrinelli o in una cartoleria per rendersene conto).

- ha portato A Panda Piace in televisione, realizzando delle brevissime clip animate per La 7.

- ha portato A Panda Piace sul prestigioso Wired.it, dove appare ogni settimana.

- adesso sta per portare in edicola una seconda sua miniserie (questa volta di taglio realistico) interamente scritta e disegnata da lui e pubblicata dall'Aurea: Metamorphosis.

E ha fatto tutto questo a ventinove anni e, nella maggior parte dei casi, da solo e senza il supporto di amici dalle spalle forti.
E ci fosse qualcuno che ha sottolineato tutto questo.
Ci fosse qualcuno che abbia mai messo l'accento sul fatto che Giacomo, la gran parte dei suoi progetti, se li è pensati, scritti, disegnati e promossi dall'inizio alla fine (certe volte curando anche la grafica) in totale autonomia, con un approccio assolutamente autoriale (e poco conta che il suo ambito sia il fumetto pop) degno di un Luca Enoch.

Ha fatto tutto bene?
No, non tutto.
Certe cose gli sono riuscite meno bene di altre.
Ma lo ha fatto, cazzo.
Alla faccia di quel mercato cattivo sempre evocato dai wannabe frustrati, che impedisce ai giovani di affermarsi e agli autori di esprimersi.

E adesso, parliamo di Metamorphosis, miniserie di tre numeri da edicola, edita dall'Aurea, e ultima fatica di Keison (questo il nick usato da Bevilacqua sulla rete) che esordirà a Lucca con il numero uno, dopo un albo di presentazione portato a Romics.
Di seguito, il comunicato stampa e alcune immagini:



Dopo il successo di A Panda piace, arriva in edicola Metamorphosis, la mini serie a fumetti di Giacomo Bevilacqua. Metamorphosis racconta le vicende di Luna Mondschein, giovane romana dal precario equilibrio mentale, alle prese con una serie di strani omicidi che si diffonde nella capitale. La serie sarà presentata in anteprima a Lucca Comics & Games e sarà in edicola dal 28 novembre, pubblicata dall’Editoriale Aurea.

Metamorphosis racconta la storia di Luna Mondschein, ventiquattrenne affetta da un singolare caso di schizofrenia. Quando è sveglia, Luna è una scrittrice. Quando dorme, viene catapultata in un mondo inventato, popolato da strani personaggi. Per molto tempo è stata ossessionata da una serie di omicidi che crede siano stati commessi dalla stessa persona, un uomo che uccide le proprie vittime evocando i miti dell'antica Grecia. D’improvviso, a distanza di anni, l'assassino colpisce ancora. Per andare in fondo a questa storia e liberarsi dell’ossessione, Luna dovrà chiedere aiuto a Daniel Valentini, giovane amico e rigido commissario di Trastevere, prima che tutto questo inizi ad intaccare il suo equilibrio mentale.


“Metamorphosis” – afferma l’autore- “è una serie a fumetti che celebra l'importanza del cambiamento e l'accettazione di una nuova condizione d'essere. Un fumetto che cambia, che muta, che si evolve. Così come i suoi protagonisti. Così come noi.”

Un’imperdibile serie a fumetti thriller presentata in anteprima a Lucca Comics & Games 2012 e in edicola dai primi di dicembre.














9 commenti:

Francesco "Pindaro" Diana ha detto...

Bevilacqua è una persona di grande talento, disponibile come pochi! Aspetto con ansia questo numero 1 di Metamorphosis.

comativa ha detto...

non mi piace tanto lo strillo in copertina..
ma 1 di 3 e gli altri 2? è mensile?

niki starnino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alister ha detto...

uhhh c'è anche pikachu!!

no a parte gli scherzi sembra un progetto interessante, credo che a lucca gli darò una certa attenzione.

grazie per la segnalazione.

illustrAutori ha detto...

Giacomo è talento puro, e una parte della critica non è così distratta... già dall'articolo con intervista sull'Annuario del Fumetto 2010 di FdC ;-)

mario uno due ha detto...

si, ma infatti, tutta sta filippica, mentre a me invece mi sembra che sia pubblico che critica italiana gli abbiano sempre riconosciuto e tributato tutto ciò che ha fatto e che sta facendo, sia parlando di interviste articoli e recensioni, che di vendite vere e proprie

RRobe ha detto...

Sul serio? Mi date un link in cui qualcuno parla dell'autorialità di Giacomo o che esamini come sia l'unico, dai tempi di Silver, ad aver portato un personaggio fuori dalle pagine (molto di più di quanto ha fatto, per esempio, Ortolani che pure, con Rat-Man, ha un successo molto maggiore)?

Marco Rastrelli ha detto...

Perché lo guardo e mi viene in mente Perfect Blue / Paprika? @_@

stefano.passeri ha detto...

Interessante, poi Novembre è dietro l'angolo. I disegni sono di Bevilacqua, proprio quello del panda? Carucci...