25.11.12

Di Halo 4: una serie di recensioni sui generis - prologo-


La cosa buona di avere un blog che, nella realtà, non si occupa nello specifico di niente, è che si può scegliere di cosa parlare e, sopratutto, quando farlo.
Certo, a prendersi il tempo che serve, forse si perde qualche contatto in termini di lettori alla ricerca della novità, in compenso, si ottiene la possibilità di scrivere cose meno condizionate dalla fretta e dalla pressione mediatica. Cosa che, nell'ambito delle recensioni videoludiche, è solo un bene.
Sto forse dicendo che spesso la maggior parte dei portali che si occupa di videogiochi scrive recensioni dettate da una serie di elementi che, con la reale qualità del videogioco preso in esame, hanno poco a che spartire? In effetti, sì. Nonostante il web sia uno strumento eccezionale per quello che riguarda le news e il confronto, la sua impellente necessità di essere sempre sul pezzo, ne condiziona la qualità della critica, specie in un ambito dominato da fortissime pressioni commerciali come quello dei VG.
Comunque sia.
Ho comprato Halo 4. Ho completato il singleplayer. Ho giocato abbastanza a lungo con il multi. E sono rimasto perplesso.
Potevo scriverci sopra subito, esprimendo un giudizio "definitivo", e finire per fare la voce fuori dal coro visto che Halo 4, sul web, è stato celebrato tanto dalla critica quanto dalle comunità di giocatori.
Oppure, potevo rifletterci sopra. Giocarci ancora, e scrivere qualcosa di maggiormente meditato.
E così ho fatto.
I pezzi che seguiranno sono il risultato di questo approccio.
Spero che, pur essendo "in ritardo" sul resto del web, vi possano interessare.

4 commenti:

Louis Du Lac ha detto...

Bella premessa ma lanciati che stiamo fremendo! :)

ViewtifulMax ha detto...

Aspettavo una tua recensione completa da quando hai lanciato le prime impressioni.
Sono curioso di sapere la tua opinione, anche se un po' si intuiva già dall'altro articolo.

Isid0 ha detto...

Ciao robbe,

sono un giocatore di halo fin dal primo per xbox (all'epoca avevo 11 anni) ho incominciato a giocare online dal 2 in poi.

Purtroppo per me e miei due fidati amici oltre che "team mate" il passagio da bungie a 343 è stato drammatico.

Il motore grafico è fottutamente schifoso, non so se per via della mia xbox datata 2010 ma per caricare le texture del paesaggio mano a mano che vado avanti con lo spartan ci mette i secoli.

Le mappe del nuovo multiplayer sono state pensate con il culo, l'unica che si salva è Ragnarok che è sempre la stessa mappa da halo 2 in poi.

Mi sento tradito e invecchiato perchè non riesco più a divertirmi come una volta.

Aspetto con impazienza le recensioni.

Ciao

Nisidin0

stefano.passeri ha detto...

A me più delle grafica - ma anche qui diciamoci la verità, si tratta di basi con texture e modellazione più o meno tutta uguale - non è che il gioco abbia fatto cosi tanta impressione. Sicuramente 343 è stata frenata in parte e forse non ha avuto molta libertà oppure essendo una trilogia nuova, le cose davvero buone e nuove arriveranno con il quinto capitolo. Comunque sia non un gioco dai votoni che ha preso, non sufficiente ma neanche da ottimo. Un buon gioco ma tutto li non un capolavoro. Sicuramente recensire un gioco del genere è un peso ma io penso che bisogna iniziare ad avere le palle anche di stroncare giochi tripla A come questi. Anche perchè l'industri ha già dei bei problemi con i VG attuali e se continuiamo cosi le novità vere, mancheranno sempre ad arrivare e quando arrivano (chessò, un dishonored a caso), stranamente vengono CRITICATE da ogni parte più del gioco tripla A di turno.