30.12.12

PREMI ASSO - categoria LIBRI -


Credevo che il mio 2012 da lettore fosse stato disordinato e confuso. A riguardare i titoli che mi sono piaciuti di più, però, ho scoperto che c'è un filo conduttore ben preciso (non dovreste fare fatica a capire quale).
Vi risparmi i titoli più  legati alla pura evasione (quest'anno mi sono infatuato di Lee Child e il suo Jack Reacher, che ci volete fare?) ma vi segnalo quattro titoli che mi hanno davvero colpito molto.



WANTED - la storia criminale di Grand Theft Auto -
di David Kushner
Kushner ha scritto anche il bel saggio Master of Doom sulla storia della ID Software. Con Wanted si occupa della Rockstar e della sua creatura più famosa. Lui è più esperto, la materia trattata offre maggiori spunti, il libro è piacevolissimo.




Stanley Kubrick e me 
di Emilio D'Alessandro e Filippo Uliveri
Ne ho parlato brevemente QUI. Un libro che parla di cinema, arte e vita e, sopratutto, del rapporto di amicizia che ha legato due uomini sorprendenti.
Se Hollywood non se lo accaparra e ne fa un filmone da Oscar, mi mangio il cappello.



Voglia di vincere
di Tom Bissell

Un grande racconto che parla di videogiochi, vita, droga e scrittura.
La lettura più illuminante dell'anno.



PLAYER ONE
di Ernest Cline
L'ho letto all'inizio del 2012. E mi è sembrato magnifico.
Oggi, dodici mesi dopo, mi sembra ancora magnifico.
Se volete leggere la mia recensione e saperne di più, la trovate QUI.