31.12.12

PREMI ASSO - categoria PORNO -


Una cosa che mi piace tanto del porno (USA) è la sua capacità di rispondere con il massimo dinamismo e rapidità alle tendenze della società.
E così, se dieci anni fa, con il mondo alle prese con le guerre del Bush meno sveglio della famiglia, Jules Jordan sfornava la serie Weapons of ASS Destruction, oggi, con Wall Strett sotto assedio, ecco che Bobbi Starr tira fuori Occupy My Ass e il cerchio si chiude.



Se dieci anni fa, il mondo del porno era largamente dominato da pseudo Suicide Girls tutte tatuaggi, piercing e attitudine da belle e dannate, oggi, le pornostar di spicco si fanno ritrarre (rigorosamente attraverso filtri Lomo) con occhiali dalle pesanti montature in corno, maglioncini di lana, collane di perle della zia e tutti i feticci della moda hipster.



Se dieci anni fa le pornostar aprivano i loro spazi MySpace, oggi raccontano la loro vita quotidiana su Twitter, su Instagram e sui loro Tumblr.



Ma non solo.
Il porno è anche indice di popolarità e di sdoganamento presso il grande pubblico (perché non c'è nulla di più mass market della pornografia). Questo significa che se il settore pornografico decide di integrare un filone o una moda all'interno delle sue produzioni, quel filone e quella moda devono avere un reale risalto nella vita quotidiana della gente. Un film, una serie televisiva, un genere, possono dirsi effettivamente consolidati, quando il porno se ne appropria. Magari con un film ad alto budget di Axel Braun.



E questa capacità di essere specchio della società, il porno ce l'ha anche in Italia, nonostante il settore nel nostro paese langua in un pantano miserrimo.
Non a caso, il caso pornografico del 2012 è quello di Sara Tommasi che, a mio modo di vedere, è una perfetta sintesi del nostro paese negli ultimi vent'anni.

Che aspettate? Cliccate qui sotto e andate a leggere!


MIGLIOR PERFORMER FEMMINILE DEL 2012
Asa Akira
Avete presente quello che vi ho scritto prima? Scordatevelo per un momento.
Asa Akira non rappresenta nessuna avanguardia, nessuno specchio, nessuna moda.
E', semplicemente, un animale sessuale. Nessuna come lei, quest'anno, ha saputo darsi alle cineprese. Nessuna ci ha messo un così apparentemente sincero trasporto.
Non si ferma davanti a nulla. Si fa fare qualsiasi cosa. Fa qualsiasi cosa.
A riprenderla, ci sono quasi sempre quelli della Elegant Angel, che riescono a mettere un filtro ricercato tra la brutale performance fisica offerta da Asa Akira e lo spettatore.
Se volete farvi un'idea di cosa intendo, il film da vedere è Asa Akira Insatiable 2.


  MIGLIOR PERFORMER MASCHILE DEL 2012
Nacho Vidal
E' tornato. E' più cattivo di prima. Lavora di meno. Lavora meglio.
Non sono molte le partner e i registi in grado di saperlo gestire, davanti alla telecamera.
Una forza della natura che, quando usata nella maniera corretta, è capace di trasformare una semplice scopata in qualcosa di molto più complesso.
La sola scena di Shut Up and Fuck  è esplicativa in questo senso.


MIGLIOR REGISTA PORNO 2012
Bobbi Starr
Tra le attrici più scatenate degli ultimi anni ma, sopratutto, tra le regista più interessanti.
La maggior parte dei suoi porno (quasi tutti gonzo) si basa su degli spunti e tematiche interessanti e mai banali, ha un occhio di riguardo per il pubblico femminile e i suoi film hanno sempre una particolare cura e un gusto distintivo per la qualità delle immagini. I film della Starr sono indubbiamente duri, sia per le azioni, sia per la maniera cruda in cui queste vengono riprese, ma è un tipo di crudezza estremamente ricercata ed elegante. Facendo un paragone, la sua roba, specie la più recente, sembra una specie di versione porno di Soderbergh.
 Vale la pena dare uno sguardo a tutto quello che fa. E' la migliore evoluzione di Belladonna sulla piazza.


PERSONALITA' DEL 2012
Jessie Andrews
Vent'anni, attrice porno, designer di gioielli (ha una sua linea che ha esordito proprio quest'anno), dj, modella (vale la pena segnalare la sua collaborazione con il solito Terry Richardson). 
Jessie è il nuovo volto del porno americano.
Jessie è la versione spiegata alle masse e depurata dagli estremismi e dell'implicita pericolosità nichilista, di Sasha Grey.
Se Sasha era l'avanguardia artistica, Jessie è il mercato di massa.
Se Sasha era la cattiva ragazza,  Jessie è la fidanzata virtuale 2.0
Avete presente come funizionano oggi la maggior parte dei rapporti sentimentali?
Ci si conosce, si diventa amici du FB, ci si segue su Twitter, ci si scrive su Skype e, presto o tardi, ci si scambia foto o video compromettenti.
Ecco, Jessie è la stessa cosa. Solo in versione commerciale. 
E' una ragazza normale di cui puoi vedere la vita attraverso i social network. Ti da l'impressione che sia una tua amica che conosci davvero. E poi, quando vuoi, puoi entrare nella sua sfera più intima, privata ed estrema. Come in una vera relazione sentimentale, ma senza tutte le parti migliori e peggiori.
Se volete capire il porno dei prossimi anni, dovete capire Jessie Andrews.


MIGLIOR FILM DEL 2012
Due titoli. Entrambi di Bobbi Starr.
Shut Up And Fuck
Una giornata. Una casa. Un gruppo di porno attori.
Praticamente il manifesto del nuovo porno della Starr.

Kiss Me, Lick Me, Fuck Me.
Diretto da Bobbi Starr e con Jessie Andrews tra le protagoniste.
Film solo di ragazze (e quindi davvero strano che mi piaccia) davvero notevole in termini di linguaggio.

16 commenti:

Logan ha detto...

Grande ! Finalmente qualcuno che disamina il porno in maniera professionale....e cmq quant'è bella Asa Akira.

Thomas Campi ha detto...

io rimango affezionato a Sasha Grey, forse perchè prediligo le more. Comunque con queste recensioni ho scoperto qualcosa

Ultimus! ha detto...

Ma non c'hai paura che, data la mole di visure del blog, qualcuno venga a romperti le bolas perchè commenti film porno? Ma so che la tua carica di ribelle che più ribelle non si può, non teme sfide^^

Scusatemi, a chi molto suscettibile, s'irriterà delle mie parole a seguire, anzichè farci una risata sarcastica, però qua si parla di porno, certo ipocrisie non mi sembra il caso di farmele.

Il porno, con cui ho avuto sempre un buon rapporto, serve solo per una cosa: farsi delle seghe. Masturbarsi. Pomparlo in altra chiave è abbastanza ridicolo, ma ben di più, quando la passione si consuma, diventa un fissa tra le quattro pareti di un monitor, è morboso, raccapricciante, da malati. Non che ognuno non abbia le sue passioni situazionali (per me il massimo in questo sono i giapponesi) ma apprezzare il film per le performances estreme, è ossessivo, no, pardon, è ribelle; dimenticavo. ^^


Sono rimasto abbacinato, quando lessi questo

PORNO ATTORE del 2010
Qui non c'è ombra di dubbio:

James Deen
Arrivato alla corte di Mark Davis, è cresciuto tantissimo, fino a rubargli la scena con tonnellate di stile e autorevolezza.



Fantastico.
Una bella partita di calcio, si vede per quello, per il gioco, punto. Stessa cosa per il film porno. Trovare una visione che ammanti di lustro un'ambiente pesantissimo ed estremo come il porno, fa ridere come quelli che spendono parole filosofiche o nobili, per esaminare quella che è un partita di calcio!
Che non c'entra abbia dietro investimenti professionali e sia una macchina da business -come il porno-, rimane sempre un'accozzaglia abbastanza coatta, quella dei calciatori.

Questo il tenore di cos'è un attore porno medio, dalla biografia di Elio e le storie tese, ai tempi di "Rocco e le storie tese":

"...Silvio si rivolge ad un Rocco(Siffredi) preso da mille pensieri e responsabilità -il mancato arrivo di qualche star, l'elettricità che va e viene- e gli dice: "Rocco, io adesso prendo la lama e li apro." Rocco si mette le mani nei capelli e chiede a Silvio: "Silvio, chi è che vuoi aprire?","Quelli. Non mi fanno scopare.","Chi non ti fa scopare?", "I polacchi." Va detto che molte delle attrici del cast provenivano dalla Repubblica Ceca e dall'Ungheria (quindi "polacche" nell'immaginario di Silvio) e che alcune erano con i findazati; non che per questo le relazioni che s'instauravano il loco erano monogamiche, ma i diversi gruppi facevano nucleo a se guardando con sospetto al fronte sardo-capitolino rappresentato da Silvio e da altri single indipendenti. "Adesso prendo la lama e li apro", "No, Silvio, non aprirli. Ci parlo io." Va specificato che mentre noi giravamo la scena dell'arrivo, una parte della troupe realizzava liberi contributi nella villa e nel parco; il malcontento di Silvio derivava proprio dal mancato inserimento in queste scene. Ma, come nelle fiabe più belle, alla fine il bene trionfa: Rocco media con i polacchi, e sia le attrici che gli attori acconsento malvolentieri ad accogliere Silvio fra i loro nuovi amici. Nel film sono presenti diverse inquadrature di Silvio nella sua nuova condizione di amico.

RRobe ha detto...

Come credi.
Certa gente, scrive le stesse cose per i fumetti.
Non bado a loro come non bado a te.

Ultimus! ha detto...

Anche un prodotto curato, non deve ingannare di chissà chi ci sia dietro, per esempio l'eros a fumetti italiano, ci sono casi di persone colte, come Manara, o dai mille interessi com'era Magnus, Serpieri, uno dei massimi esponenti dell'eros d'autore italiano, chi l'ha incontrato di persona, dice che vada avanti solo per discorsi di tette & culi.

Io sono un arrapato, ma naturalmente cerco di consumare la mia arrapo fuori di casa, nella vita vera, ma ho amici di molti gradini avanti a me, dei veri sessuomani, finiti a vivere in Ucraina, mantenuti, che hanno 2 soldi, e che così hanno molteplici "fidanzate" contemporaneamente, continua a vivere di notte e a stare nei giri malati come faceva qua in Italia, e dato che è un alieno, ma non è assolutamente scemo -anzi!-, è arrivato a sentire parlare di lui,fin Rocco Siffredi, che lo ha contattato con la proposta di essere talent scout di ragazze in loco.
Ciononostante, anche lui leggendo il tenore di questi commenti che cercano di dare lustro al settore, si metterebbe a ridacchiare.

RRobe ha detto...

E di nuovo, come credi.
A me del settore non frega nulla. A me frega del linguaggio.
Ma se hai letto tutto e queste sono le tue conclusioni, il problema è tuo, non mio.

Ultimus! ha detto...

@Rob
Buon per te Rob, buon per te.
Vorrà dire che mi farò un'esame di coscienza. :)

Buon Anno!

Jesse Pinkman ha detto...

Bravo Ultimus,

fattelo 'sto esame di coscienza va

Simone ha detto...

mah ... Ultimus ... sarai sicuramente uno che non si è mai fatto una pugnetta ... che fortuna, devi aver trovato una donna che ti soddisfa ....
ma buon per te ma sicuramente sei in estrema minoranza.
Nella società in cui siamo tutto ciò che crea profitto è lecito e soprattutto si diffonde a macchia d'olio, questo per dire che: fare osservazioni personali su qualcosa che crea profitto è fine a se stesso e di sicuro non cambia la situazione ... non serve a nulla. Si possono stilare classifiche di qualunque cosa e pure del il porno. Purtroppo la virtù della castità femminile/maschile non crea profitto, anzi, lo uccide, ecco perché nemmeno nei conventi di clausura o tra i preti vige la castità.... :-)
ah l'uomo è un mammifero e come tale deve trovare una via di sfogo anche onanistica se non ha la fortuna di cui sopra... la nostra parte animale, "mammifera", di istinto riproduttivo è difficilissima da "addormentare"... e con questo w le economiche attività onanistiche... buona serata e buon 2013 a tutti.

Tyler ha detto...

Per me Ultimus al sorgere del sole diventa di pietra.

Ultimus! ha detto...

@Tyler
Ti stai riferendo alla mie potenti erezioni mattutine?

RRobe ha detto...

Dagli tempo e il troll sbraga sempre.

Ultimus! ha detto...

Gioia, sono un uomo, molto intelligente, e dalle spalle larghe, non un servo... e pure un gran figo, toh!

Tutte cose che vi mancano.

Ci vediamo nella vita vera, e poi vediamo a chi ridono in faccia e a chi fanno applausi, rock star.

RRobe ha detto...

Come volevasi dimostrare.
Dagli corda e ci si strozzano da soli.

Avion ha detto...

Un porno di sole donne "davvero notevole in termini di linguaggio".

AHAHAHAHAHAHAHA sei un fine umorista!

Enrico Faccini ha detto...

Chi sarebbero le due santerelline con occhiali di corno, collana della zia e atteggiamento hipster? Fuori i nomi, così le vediamo in azione e valutiamo. Salutoni.