2.4.13

Game of Thrones - il Trono di Spade - S03E01


Dunque, la seconda stagione di Game of Thrones si chiudeva con un esercito di non morti in marcia nella neve, diretti verso l'ultimo avamposto di difesa degli uomini.
Questa nuova stagione si apre con un ciccione che corre nella neve.
Alla faccia dell'anticlimax.
Scherzi a parte, per il momento, questo primo episodio sembra proseguire quanto di buono era stato fatto nella stagione precedente (davvero molto) e fa ben sperare per il futuro.
Aggiungo che gli effetti visivi sono sempre brutti ma un pizzico meno brutti e che la messa in scena sembra un pelo più ricca, pur continuando a presentarci un mondo fantasy-medievale misteriosamente povero di cavalli. Ottime le recitazioni, valide (ma con una riserva che esprimerò più sotto) regia e scrittura. Meravigliosi i dialoghi.

Una sola riflessione a margine: ho l'impressione che questa prima puntata del Trono di Spade segni un passaggio importante per le serie televisive perché credo che sia il primo caso (o, perlomeno, il più smaccato) in cui una produzione ha deciso di fregarsene totalmente dello sviluppo verticale (la narrazione episodica) scrivendo solo in funzione della trama orizzontale (narrazione seriale).
Tutto questo primo episodio è composto solo di scene, più o meno disconnesse le une dalle altre, che ci dicono dove sono i personaggi e cosa stanno facendo, riprendendo il filo esattamente da dove si era interrotto, senza alcun riassunto o introduzione.
Io per primo, che ho letto i libri e visto con estrema attenzione le stagioni precedenti, un paio di volte ho dovuto fare mente locale per ricordarmi chi era chi e perché stava facendo quello che faceva.
Sinceramente, non credo che il pubblico meno fidelizzato o più distratto possa aver tratto alcun piacere dal vedere questa season premiere e ho paura che questo possa far male alla serie.
Certo, in tal senso si erano già mosse le ultime stagioni di Lost, ma non lo hanno mai fatto in maniera così severa e intransigente e, comunque, non è che ne abbiano tratto questo grande vantaggio (anzi).
Un paio di note a margine:

- Si sono viste solo un paio di tette. Per quelli della HBO deve essere tipo un record negativo.

- Ma nei libri, al campo di Mance Rayder, si vedevano i giganti? Oh, io proprio non me lo ricordo.

- Sempre a proposito di Mance: visto che lo fanno interpretare a Cesare, speriamo che più avanti nella serie ci sia posto anche per Pullo e Marco Antonio.

E adesso, non ci resta che aspettare la prossima puntata.




15 commenti:

joeclay ha detto...

Aspettavo un tuo commento, per cercare in qualche modo di bilanciare le mie impressioni negative..ho letto tutti i libri e visto entrambe le stagioni precedenti con attenzione. E adesso guardo questi personaggi e a parte Tyrion e Arya (quest'ultima nenache si vede nonostante il titolo dell'episodio) non mi interessa se gli altri muoiono o falliscono..forse è come dici tu..nel singolo episodio non c'è un po' di sviluppo narrativo e se già conosci la storia..

carla orata ha detto...

Ma io in rete ho visto in streaming l'episodio S03E00 "A gathering storm" in cui i produttori e i singoli personaggi riassumono i temi e gli sviluppi della seconda stagione... Credo che questo episodio fungesse da introduzione e raccordo, è apparso una settimana fà ....

Claudio Vallesi ha detto...

Come dice Carlo, il riassunto è stato fatto nella 00

RRobe ha detto...

Sì ma quelli li fanno sempre.
Ma è un singolo episodio e non è detto che tutti lo vedano, specie il pubblico che magari sale a bordo al volo o per caso.
E' una strategia molto rischiosa nei confronti dello spettatore casual.
Ed è curioso.
Nei videogiochi, si sta andando sempre più verso l'utente casual perché è di casual che è composto il pubblico veramente vasto.
Nella televisione, invece, ci si rivolge sempre più verso lo spettatore hard core.

carla orata ha detto...

ps.Si, nel sesto libro si parla dei giganti. La scena nel libro è molto più articolata perchè il gigante avanza in groppa ad un mammuth, ha uno scambio di battute con un bruto ed ironizza sulle "delicate" fattezze di John Snow...
Per il resto concordo ...

Kiantati ha detto...

Finito tre giorni fa di leggere "A Dance with Dragons" e sto ancora bestemmiando. Lo odio Martin. Ma davvero. Scusate il semi-OT.

Libreria.Lunatika ha detto...

beh ma hbo è una tv via cavo e da tempo le via cavo tendono alla fidelizzazione del cliente sempre di più.
ti danno una serie che ti intriga con i suoi intrecci e ti affascina con la sua realizzazione; per capirla sei obbligato a rivederti tutte le puntate precedenti che loro prontamente ti mettono a disposizione in versione digitale, simil skyondemand o skygo, o direttamente dedicandogli un canale per una full immersion
nella giornata di domenica ha ritrasmesso tutte le 20 puntate (I° e II° stagione) una appresso all'altra su un canale secondario
puntano al pubblico "pirata" al pubblico geek/nerd, quello che scarica una stagione intera via torrent e la vede di getto. quello che la sera prega che a martin non gli prenda un coccolone e ci lasci senza il finale

Libreria.Lunatika ha detto...

p.s. hbo ha trasmesso la puntata sul canale omonimo alle 20, la rimandata alle 21 e un'altra volta alle 22

manco più le repliche i giorni successivi..
direttamente sullo stesso canale ben tre volte

Davide ha detto...

Assenza di narrazione verticale negli episodi. Non è una novità totale, semmai riprende lo stile narrativo delle soap.

RRobe ha detto...

Assolutamente. Però è abbastanza inedita per una serie (specie in maniera così evidente).

Comix Factory ha detto...

Ciao Roberto,
confermo, nel libro si vedevano i giganti al campo di Mance Rider.

mario uno due ha detto...

le migliori serie di sempre sono a sviluppo completamente orizzontale...... e anche le prime due stagioni di game of thrones erano così, senza trame verticali che iniziavano e finivano nello stesso episodio!

RRobe ha detto...

Non è così, Mario.
Se guardi bene, in ogni episodio delle prime due stagioni c'è una microstoria interna, un tema che si autoconclude.

Massimo D'Amato ha detto...

Sì, i giganti ci sono nel campo del Re, e ci sono anche i mammuttoni. Fortuna che non sono l'unico che ha riconosciuto Cesare :D con un discreto entusiamo, devo dire.

Robbin ha detto...

XD Anche io ho riconosciuto Cesare di Roma!