9.4.13

O come Orfani.

Opera di Paolo "Ottokin" Campana.
Il resto lo vedrete a breve.

30 commenti:

albrecht virgolo ha detto...

Clap clap clap.

Irina ha detto...

Mi piace! Essenziale, moderno, incisivo!

mario uno due ha detto...

no.
spezzare graficamente l'armonia di una O in qualsiasi punto la trasforma in una C.
in questo caso l'immediata associazione di idee legata alla nostra metalettura iconografica ce la fa vedere addirittura come una Q.

Mr.Atomico ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Irina ha detto...

Seguendo questo ragionamente anche una "O" potrebbe leggersi come "ZERO"... Non credo affatto che l'interruzione possa far confondere la lettera con una "C"(Crfani?) o una "Q"(Qrfani?), ma casomai aprire a diverse letture, volendo anche simboliche.

mario uno due ha detto...

sarà...... ma quanto ci vuol poco a trasformarlo per associazione in in qualcos'altro?

Q8 :---)

Manfredi Pumo ha detto...

Una stessa identica forma in contesti diversi può essere interpretata come qualunque lettera.

Comunque: non mi dite che vi fanno fare il logo, sarebbe tipo la prima volta alla Bonelli.

MMS ha detto...

Molto bello. Complimenti a Campana.

Planetary ha detto...

@mario
Ma dove sta la Q?
La Q ha sempre il discendente a destra o tendente a destra anche se parte dal centro.

Artan ha detto...

spezzare graficamente l'armonia di una O in qualsiasi punto NON la trasforma in una C. Parola di uno che da 5 anni percepisce un salario come grafico.
Il che non vuol dire che il logo mi fa impazzire. Lo trovo MEDIAMENTE buono. Una trovata.

mario uno due ha detto...

ma infatti io non sono un grafico.
mentre sembra che qui dentro lo siate tutti.

sono casomai un fruitore della grafica.
categoria che però proprio i grafici spesso dimenticano.

rae ha detto...

mario, io faccio il grafico e già che ci sono la faccio anche breve:
stai dicendo cazzate, ciao

Planetary ha detto...

Toh, sono grafico anche io :)
Uno da trincea, per intenderci, non ai livelli di Ottokin.
Il design è funzionalità+estetica.
Se è solo funzionalità è industria.
Se è solo estetica è arte.
(semplifico brutalmente).
Tu critichi la funzionalità e questa ha regole. Regole che dicono che quella, nemmeno con tutta la fantasia del mondo potrebbe essere una Q. E se lo sembra allora siamo nel campo delle macchie di Rorscharch, dove ognuno vede quel che vuole. Ma in questo caso sarebbe un problema di chi guarda.

Artan ha detto...

Beh, caro Mario, nessun vero grafico si dimentica del fruitore. Dopo un po', semplicemente, impari a non tenere conto di giudizi lapidari come il tuo, che suonano come una regola che non esiste.

mario uno due ha detto...

daccordo blog di grafici.
avete ragione tutti voi e io non ne so un cazzo.

però a livello subliminale, proprio per quelle involontarie associazioni di idee che fa il nostro cervello di cui parlavo, ho già lavorato sulle vostre sinapsi e che lo vogliate o meno da oggi in poi quando vedrete quel logo penserete agli Quorfani :---)

RRobe ha detto...

Comunque, vedere due miei haters che si insultano tra loro, non ha prezzo.

Pietro Bellini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro Bellini ha detto...

Sarà contento Paolo Campana che il suo sito è sparito e non è raggiungibile dal link... :D ma anche un po' O_o

Planetary ha detto...

daccordo blog di grafici.
avete ragione tutti voi e io non ne so un cazzo.

Sostanzialmente sì :)

mario uno due ha detto...

sostanzialmente si.
grazie per la sottolineatura, interplanetario.
ma resto dell'idea che è comunque molto meglio essere un hater che ragiona di testa propia che essere un asslicker.

io non avevo insultato nessuno, onorevole recchioni.
per lo meno fino a prima di questo commento.
avevo espresso una mia semplice opinione sul logo.

che poi a volerla dire tutta miei cari grafici espertoni, e con tutto il rispetto per la professionalità di campana, e a proposito di comunicazione subliminale e percezione, il fatto che recchioni ve lo continui a propinare da anni come uno dei migliori grafici italiani e che voi continuiate a percepirlo come tale, pur essendo esperti, la dice lunga.

campana è un grande esperto e conoscitore della grafica e dei suoi protagonisti e della sua semantica e dei suoi linguaggi e delle sue applicazioni creative.
e viene spesso riconosciuto come tale nell'ambiente professionale italiano.
ma non come un grande grafico.

a parte due o tre loghi per testate a fumetti commissionati sempre solo e unicamente da recchioni, voi che mi dite di lavorare proprio in questo ambiente dovreste sapere che non esistono libri cataloghi raccolte manuali o importanti copertine di libri dischi o riviste o ancora testimonianze professionali che risultano a suo nome.
non esistono grandi brand o rinomate agenzie di comunicazione e pubblicità che lo abbiano mai ingaggiato riconoscendogli sul campo questo ruolo.
non esitono grandi campagne nazionali di adv che portano la sua firma.
della sua grafica, quella fatta propio da lui, non se ne trova quasi traccia nemmeno in rete.

perché campana non è un grande grafico.
è un grafico come tanti, che lavora anche poco.

è un grande esperto e conoscitore della grafica, questo si.
scrive di grafica, individua la grafica, veicola la grafica, questo si.
ed è anche molto bravo nel farlo.
ma i grandi brand e le rinomate agenzie lo chiamano, casomai, per avere un post sul suo blog che parli di loro o di un loro prodotto, perché evidentemente lo ritengono importante, ma non lo chiamano mai come grafico o come art director.
per tutto il resto non esiste nulla che testimoni questa sua reale qualifica nell'ambiente (((uno dei migliori grafici italiani))) che gli anni hanno trasformato esponenzialmente in qualcosa che poi, nei fatti, è solo mistificazione.

Planetary ha detto...

@mario1/2
Guarda, stai proprio sbagliando bersaglio :)
Fottesega di fare la groupie di Rrobe (fosse bello, poi).
E d'altronde leccaculo o haters poca differenza: han polarità diverse ma ruotano sempre attorno allo stesso nucleo.

Non c'è mica nulla di male a non sapere un cazzo di una cosa. Io non so un cazzo di calcio, per esempio. Pace, eviterò di discutere con chi ne sa e di mettermi a fare il CT, no?

E non mi interessa la bio di ottokin, atteniamoci ai fatti, perchè vedo che stai già partendo per la tangente.
Quella è o può sembrare una Q?
No.
Fine :)

Artan ha detto...

Ma infatti, mica ho detto che mi piace il logo. Voglio dire, questo particolare logo, per il resto Paolo per me ha fatto cose notevoli e ha l'approccio giusto. Io ho solo reagito al tuo giudizio pressappochista ma lapidario, che voleva suonare come una regola, ma era fuori da ogni logica. Grafici o non grafici, livello subliminale o meno, recchioni o meno, agenzie o meno (a sproposito, io lavoro per una delle agenzie più grandi del mondo, se non la più grande) hai detto una cazzata immane, tutto qua.

albrecht virgolo ha detto...

Ieri sera sono capitato davanti ad un cinema e ho visto la locandina di Oblivion. Decisamente non ricorda una Q.

http://collider.com/wp-content/uploads/Oblivion-poster-tom-cruise.jpg

mario uno due ha detto...

ok ragazzi messaggio ricevuto...... a nessuno quella O ricorda una Q, quindi gli Quorfani resteranno tali solo per me (((ha ha ha))) anche perché non ne volevo affatto fare un regola essendo solo una mia opinione.

albrecht, evidentemente anche campana aveva visto quella locandina.

artan, visto che lavori per la più grande agenzia del mondo, wow, ingaggiatelo voi, no? :---)

albrecht virgolo ha detto...

La Saatchi ERA la più grande agenzia del mondo. Dopo l'assorbimento è diventata solo un brand come tanti. E gli inglesi li ringraziano ancora per il decennio Tatcher.

stefano.passeri ha detto...

@ Planetary: complimenti per la lezione sulle Q...e di grafica mi sa che proprio tu non ne capisci un cazzo. Per farti notare le cazzate che hai detto ti posto sta roba qui http://upload.wikimedia.org/wikipedia/de/3/37/Quake-logo.gif che sicuramente capirai poco e nulla purtroppo.

Planetary ha detto...

@stefano
Sì, è come dici tu.
Ora disegna un triangolo su un foglio e d'ora in poi usalo al posto della A. E tutte le volte che qualcuno ti dirà che quello è un triangolo o al massimo un delta, tu gli farai vedere il tuo foglietto: "Vedete? è una A! L'ho disegnata su un foglio! E' una A!".

Jenny ha detto...

Noto ora che è la stessa "O" presente nel logo del film "OBLIVION".

Webmaster ha detto...

http://www.carlolucarelli.net/quasiroma.JPG

yeah!

RRobe ha detto...

http://images2.wikia.nocookie.net/__cb20090616000724/quake/images/thumb/a/ac/Quake-logo.svg/509px-Quake-logo.svg.png

YEAHH!