2.4.13

Orfani: un mucchio di armi.


Orfani è una serie che ha alle spalle un lavoro di pre-produzione infinito.
Tra le molte cose che io e Emiliano abbiamo studiato con passione, ci sono le armi.
QUI trovate una galleria estesa delle molte armi presenti nella serie.
La linea che abbiamo scelto per caratterizzarle è quelle della massima sobrietà possibile, cercando di tenere un stile relativamente realistico e sobrio.
L'unico vezzo che ci siamo concessi è stato il revolver, la cui forma rimanda a una pistola giocattolo che amo particolarmente.
In questa galleria non sono indicati i nomi delle armi e le loro specifiche.
In realtà, sono tutti elementi che esistono e che, nelle prime fasi di scrittura venivano messi bene in evidenza nelle sceneggiature. Poi, avendo optato per un approccio molto più stilizzato nella definizione del nostro futuro, abbiamo deciso di sopprimere tutti questi dettagli tecnici insieme a un sacco di altre cose che erano anche fighe e interessanti ma che ci avrebbero spinto verso un tipo di approccio che ci interessava poco.
Per quanto Orfani sia effettivamente una storia di fantascienza-bellica e per quanto abbia un ovvio debito con opere come Fanteria dello Spazio, Guerra Eterna e tutti i loro derivati, il cuore della serie batte da un'altra parte e non volevamo che certi elementi "nerdici" distraessero troppo.
Quindi, abbiamo dato un taglio netto a tutta questa roba e quello che ci è rimasto in mano è stato un universo narrativo e visivo estremamente stilizzato, quasi teatrale, che ci è piaciuto un sacco.

Comunque sia, di tutto questo, avremo modo di parlarne nei prossimi mesi.
Intanto, se volete, fate un salto sulla pagina FB degli Orfani.
Se vi piace, mettete un bel "like". Se vi piace tanto, condividete.
Ve ne saremo grati.


22 commenti:

Daniele Di Nicuolo ha detto...

sento già i precisini della fungia che stanno arrivando...

RRobe ha detto...

A frotte. Ne odo lo scalpiccio da qui.

Daniele Di Nicuolo ha detto...

Su FB si sono già fatti detonare, che maraviglia.

Slum King ha detto...

Prevedo una bella bibbia di Orfani della Bao, sold out a Lucca.
E il gioco di ruolo, ma quello mi sa che non lo pubblica Bao :-P

RRobe ha detto...

No, Slum.
Molto di più. Ma non posso parlarne.

Slum King ha detto...

Però, vi prego, cercate di venderlo anche all'estero che non è possibile che ogni cagata che fanno gli americani riescano a venderla su tutti i mercati e cose assurde(almeno vedendo il lavoro che c'è dietro) tipo Orfani o Dragonero stanno nel recinto

Teeteto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Teeteto ha detto...

Mamma mia, davvero, che nerdismo di bassa lega nei commenti su Facebook. Peccato per il (giusto) dovere di professionalità, sennò gli scambi sarebbero stati magari più onesti, tipo

"aa12"
"mavvaffanculo"

XD

RRobe ha detto...

Per Slum: si sta lavorando anche in tal senso. Ci si prova, almeno.

Per Teeteto: eh. Magari. Certe volte devo fare il bravo pure io.

Tommaso ha detto...

Felice dell'alleggerimento degli elementi nerdici. Se troppo strutturati a mio parere hanno sempre pesato negativamente sulle serie Bonelli.

E' uno dei motivi per cui Nathan Never non è mai riuscito a diventare un vero classico bonelliano (per me): troppo inamidato e rigido fin dall'inizio.

Anche per Dragonero temo il medesimo effetto. Sperando di essere smentito.

Irina ha detto...

mi astengo

RRobe ha detto...

Altrimenti ti astengo io, Fake Irina.
Fai la brava dai, pigliati i contatti che ti vengono a postare qui, e stai al tuo posto.
Così non mi tocca cancellarti perché non sai relazionarti.

Irina ha detto...

Ancora 'sta cosa del fake? Si vede che per certa gente uscire dalla rete è un po' come uscire dal tunnel. Difficile.
Dei tuoi "preziosi" contatti me ne è arrivato uno soltanto, un certo s.p. E come è entrato è uscito. Non ha trovato pane per i suoi dentini avvelenati. Sarò ospite -in carne e ossa- come reporter blogger al Linkvolo Festival (www.linkvolo.com), dove sei in lizza con il tuo ASSO (che peccato non poter essere in giuria!). Se vieni potrai appurare quanto poco sono fake.

RRobe ha detto...

Se ti do del fake è perché me ne hai dato ampiamente ragione e prova, Fakerina.

Detto questo, quando parlo di contatti parlo di visite, non di gente che si spreca a scrivere sul tuo blog.

Io spero che tu venga a racimolare quelli, perché -altrimenti- devo iniziare a credere che tu sia una appassionata di bukkake di insulti.

RRobe ha detto...

In compenso, grazie per la info sul Linkvolo: non ne sapevo nulla.

Irina ha detto...

Prego non c'è di che. Se vieni, ci incontriamo, ci facciamo una birra e vedrai che non sono poi così stronza. Anche tu, ne sono certa perché già ci siamo conosciuti, sei molto più simpatico dal vero che sul blog.
Giusto per la cronaca: mi arrivano molte più visite da siti di cinema e letteratura. Forse sopravvaluti un po' troppo la tua potenza di fuoco.
Tipicamente maschile, concedimi la battuta.

RRobe ha detto...

Mmmm... a parte che so i numeri precisi ma, detto questo: ti rendi conto che a un lettore disattento, tutta questa roba che mi scrivi sembrerà solo che mi ti vuoi scopare, vero?

RRobe ha detto...

Per carità, sono certo che non sia così, ma l'impressione che dai è quella.

Irina ha detto...

Insisto: ti sopravvaluti.
Al link sarò con il mio ragazzo, conosci anche lui. Non siamo per le cose a tre, sorry.

albrecht virgolo ha detto...

Eppure... eppure... la strategia della giovinetta funziona. Ogni volta che posta qualcosa nel suo blog qui appare un suo commento (basta confrontare le date di pubblicazione, la coincidenza è inquietante). Alcune delle persone che commentano da lei le ho viste anche qui. È indubbio che parte del suo seguito se lo sia fatto con le polemiche seminate qui. Immagino che anche l'invito al "festival delle arti" (che mi pare una bella boiata), sia arrivato per gli stessi motivi. Non tanto per la qualità, ma per la popolarità.
Il che la dice lunga su cosa piace ai più. Che tristezza.

Irina ha detto...

Scusa, quali polemiche? Me le sono perse. Posto spesso, le coincidenze quali sarebbero? Te lo chiedo più per curiosità che altro. Del fesival conosco poco, tranne che mi hanno invitato e non molto di più. Perchè sarebbe una boiata? Dalle mostre e dagli ospiti di cinema, fumetto e letteratura (proprio oggi ho saputo che ci sarà anche l'amato da R.R Alan D. Altieri) mi sembra tutto tranne che una boiata, ma una cosa immensa, dato anche il posto, mai tentata prima... Perchè questa "prevenzione"? La tua mi sembra solo un'inutile barricata a "difesa" di chi sa già difendersi benissimo. Un lacchè, ecco cosa mi sembri. Non è detto che tu lo sia, ma se parliamo di "sensazioni", come fai tu tra l'altro, questo è quello che sembri.

Irina ha detto...

Poi giovinetta lo dici a tua sorella, tu che sei, un vegliardo?