3.6.13

Ero, Sono, Sarò. Forse.

Questa mattina ho preso un treno per Milano alle sette del mattino.
Sono uno che si sveglia presto.

In treno ho corretto sceneggiature e fatto molte telefonate.
Sono uno che lavora.

Sono rimasto in redazione Bonelli dalle dieci e mezza a mezzogiorno, mettendo a punto piani editoriali e calendari e parlando di storie.
Sono il curatore di Dylan Dog e l'autore di Orfani.


Alle quattordici mi trovo in uno studio fotografico a posare per la copertina di XL, insieme a un selezionato gruppo di musicisti, scrittori e attori.
Sono la rockstar del fumetto italiano.


Adesso viaggio di nuovo sul treno, diretto verso Roma. Sonnecchio.
Sono un pendolare che torna a casa, sfinito dalla giornata.

Alle venti andrò l'anteprima del film di Will Smith e figlio.
Sarò il blogger cinematografico di successo.

Alle ventidue mi viene a prendere Mary.
E sarò quello che la trascura.

La vita mi sta prendendo in contropiede.