11.6.13

Game of Thrones - il Trono di Spade - S03E10



Ci vuole davvero un bel coraggio per chiudere una stagione con un episodio come questo.
Intendo dire, un episodio senza un colpo di scena che sia uno, senza una trama che si chiuda o si apra, con un ritmo soporifero e una narrazione più frammentata che non si può.
Per la prima volta, dall'inizio della serie a oggi, mi sono ritrovato a controllare sul timer quanto mancava alla fine. E l'ho fatto per due ragioni: la prima è che non riuscivo a credere che non ci sarebbe stata nemmeno una scena forte e mi chiedevo quanto spazio gli avrebbero dedicato visto che il tempo, inesorabilmente, avanzava. Fatica inutile perché, di scene forti, non ce ne sono state.
 La seconda è perché mi sono annoiato. Ma tipo, annoiato al punto da controllare la posta durante la visione.
E io odio controllare la posta.
Certo, ci sono stati molti bei dialoghi. E pure bellissime interpretazioni (quanto sono felice che, finalmente, qualcuno si sia accorto di che attore straordinario sia Charles Dance, io lo vado dicendo dai tempi di Last Action Hero). Ma queste sono costanti di GoT.
In compenso, questa puntata è stata la summa di tutto quello che di questa stagione non mi è piaciuto:
la narrazione spezzatino, i tre minuti a personaggio per non trascurare nessuno, la mancanza di una messa a fuoco narrativa, l'assenza di un tema portante nei singoli episodi, i crolli di ritmo, le chiacchiere inutili.
E la scena conclusiva più moscia di sempre.
Nel complesso, a mio parere, quando l'entusiasmo sarà scemato, questa stagione sarà ricordata per un solo episodio, il nono.
E adesso, potete essere fanboy quanto vi pare, ma anche voi ammetterete che uno su dieci non è una proporzione invidiabile.
Poi, sia chiaro, per quanto a tratti noiosa e discontinua, GoT rimane una delle serie televisive più interessanti degli ultimi anni, e questa terza stagione ha comunque il merito di essere riuscita a declinare un approccio alla narrazione logoro e di infimo livello come quello delle soap, a un prodotto di evidente qualità, portandosi al casa il risultato.
Ma per quanto mi sforzi (perché mi piacerebbe partecipare all'entusiasmo collettivo), proprio non ci riesco ad entusiasmarmi.
Speriamo nella prossima (anche se, da lettore dei romanzi, so bene che le cose non potranno fare altro che peggiorare).


16 commenti:

Jean Jacques ha detto...

Mi fa sempre più piacere il notare che su questa serie la pensi esattamente come me!

tourinviaggi ha detto...

perchè peggiorare? sono un lettore dei romanzi in erba! ah mi consiglieresti una saga fantasy tosta?

RRobe ha detto...

I Segreti di Locke Lamora.

Claudio Vallesi ha detto...

Posso solo che concordare.

--OT
Robe, Google+ ha inserito la possibilità di inserire commenti stile facebook su siti esterni.
C'hai pensato a implementarlo? Ogni commento sarebbe un reshare su Google+, non sarebbe male ;)

Esempio: http://www.andreapernici.com/wordpress/google-plus-comments/

Zambo ha detto...

Sarebbe Gli Inganni di Locke Lamora ed è uno dei più bei fantasy che abbia mai letto.
Speriamo che esca presto il terzo...

RRobe ha detto...

Grazie, Zambo.

Alexiel ha detto...

Continuo a pensare che GoT sia una splendida serie e ho apprezzato alcuni cambiamenti nella trama (Talisa ad esempio)..

ma io sono una fungirl dai tempi dei libri quindi lo ammetto che sono di parte...

clodovendro ha detto...

La narrazione spezzatino e i tre minuti a personaggio per non trascurare nessuno sono esattamente i problemi che mi hanno fatto abbandonare i libri dopo il secondo o terzo millemila anni orsono.

Riguardo le "saghe fantasy toste" la mia preferita attualmente è quella di "The Witcher". Che però ha il grave difetto di essere stata tradotta solo in lingue a caso.

davide iacono ha detto...

La scena della testa del lupo attaccata grottescamente al corpo del giovane re del Nord è stata credo tra le più potenti drammaticamente parlando!
Forse vale tutto l'episodio.

davide iacono ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Leasir ha detto...

Anche io sto leggendo la saga di Geralt di Rivia, molto piacevole.
Mi mancano gli ultimi due libri "The Swallow Towers" e "the lady of the lake" ma non li trovo da nessuna parte se non in polacco.
Sono stati già tradotti?

clodovendro ha detto...

@Leasir: che io sappia sono stati tradotti in spagnolo, tedesco, francese, ceco e russo

Matteo ha detto...

Concordo in pieno su tutto. Mi sono anche io trovato a puntare il cursore sul tempo e a domandarmi come avrebbero fatto a mostrare questo e quell'evento. Semplicemente non hanno mostrato nulla.
Mi chiedo, soprattutto, quale ragione li abbia portati a dedicare così tanto tempo a torture, dialoghi inutili ecc tra Theon e il bastardo di Bolton. Tagliare e aggiustare a fini narrativi è comprensibile ma qui secondo me han sbagliato di brutto.
Peccato, grossa delusione e finale davvero misero.

Gabriele Vergani ha detto...

Dai, anche la quarta ha avuto la sua scena conclusiva epica!
(non cambia il discorso, però...)

Francesco_Imp ha detto...

D'accordo in generale, però una puntata su dieci mi pare riduttivo... l'amputazione di Jaime, il suo duello con Brienne, 'you know nothing jon snow', l'acquisto degli immacolati col dracarys, i dialoghi con charles dance, il confronto fra ditocorto e varys a proposito della scalata, il culo di Talisa... di bei momenti ce ne son stati in abbondanza, dai!

Frank0 ha detto...

E anche sul nono episodio avrei da ridire. Hai presente l'episodio della seconda serie "L'assedio"? Perchè intervallare le scene con altri personaggi quando abbiamo tra le mani uno dei passaggi cruciali della trama? Ecco, di queste 3 serie ne avrei fatte dentro 4 finendo la quarta sulle nozze rosse.

Frank