11.6.13

Il buono, il brutto, e il portapenne. PS4, Xbox One e Mac Pro.


Strano.
Fino all'anno scorso, tutti erano pronti a giurare sulla prossima morte della Sony.
Oggi, dopo la presentazione all'E3 delle nuove macchine da gioco, le azioni della società guidata da Kazuo Hirai stanno andando alle stelle mentre Microsoft mangia la polvere.
Perché? Perché sembra che Sony abbia capito tutti gli errori fatti e abbia agito per correggerli. Mentre Microsoft non abbia capito nulla dei suoi successi e sia andata in direzione opposta e contraria.

Partiamo dall'aspetto più evidente ma meno rilevante:
la PS4 è decisamente più potente della Xbox One. E questa è una cosa evidente che tutte le cazzate di Microsoft a proposito di gestione via cloud del carico computazionale, non posso nascondere
Ma quello della potenze è un problema relativo.
In un mercato dove le compagnie devono sviluppare i giochi per due, tre o quattro piattaforme alla volta, è l'anello più debole della catena a dettare lo standard. Questo significa che, molto probabilmente, la maggiore potenza della PS4 verrà sfruttata davvero solo dai titoli in esclusiva Sony.
Che non è cosa da poco ma non è nemmeno uno di quei vantaggi che fanno la differenza. Non oggi, almeno.

Il secondo punto è che la PS4, pur essendo più potente, verrà lanciata a un prezzo sensibilmente più basso dell'Xbox One. E questa è una cosa che pesa come un macigno.
Certo, la macchina Microsoft ha il nuovo, spettacolare, Kinect in bunlde. Ma la PS4 ha il suo PS4 Eye che non è la stessa cosa ma quasi.
E poi, lo sapete che c'è? Chi se ne frega!
Il vecchio Kinect ce l'ho e l'ho usato tre volte. Quello nuovo, per quanto figo, sarà sempre e solo un simpatico aggeggillo di contorno.

In più, la Xbox One funzionerà solo se collegata almeno una volta al giorno al web. Altrimenti non permetterà di essere utilizzata.
La PS4, invece, sarà fruibile anche offline.

La Xbox One non permetterà l'uso di giochi usati.
La PS4, sì.

La Xbox One punterà tutto su tutto quello che videogioco non è (intrattenimeno e connessione social), la PS4 ha messo in giochi davanti al resto (pur avendo ANCHE il resto).

Ora, alla luce di tutto questo, e tenendo condo che i titoli più forti in arrivo sono tutti multipiattaforma (a cominciare dal Destiny di Bungie), perché qualcuno sano di mente, dovrebbe spendere cento euro in più per avere molto, molto di meno?
Per nessuna ragione.
A questo giro, Microsoft si fa male sul serio.
E lo ammetto, mi spiace. Perché sono uno che ha sempre amato le macchine con la X.

Ma passiamo ad altro.
La Apple ha presentato i nuovi Mac Pro.
Hanno una forma strana e, sulla carta, sembrano decisamente potenti.
Peccato che si chiamano PRO e sono pensati come macchine professionali, e io, da una macchina professionale, mi aspetto che sia espandibile e che duri per parecchi anni.
Questi nuovi Mac Pro, invece, sono macchine blindate che, come le compri, restano.
Per il resto, per carità, sono belli a vedersi.
Anche se ho l'impressione che queste linee curve abbiano fatto il loro tempo e che i design squadrati sullo stile Lenovo stiano tornano in maniera prepotente (e non è un caso che pure Xbox One e PS4 sono delle brutali scatole da scarpe nere).






89 commenti:

Susanna raule ha detto...

no, no. i nuovi pro SONO espandibili, a quanto ho capito.
non ho capito COME, però.

RRobe ha detto...

Ma se è la prima cosa che hanno detto: purtroppo, non sono macchine molto espandibili.

Luis Cyper ha detto...

ma destiny non è un esclusiva ps4?

RRobe ha detto...

No. Multi.

Susanna raule ha detto...

mh, forse non ho capito io, ma non ci si possono attaccare tutte le cosine all'esterno?
mi pareva che fosse se non espandibile almeno parecchio componibile, modello cucina ikea.

Obi-Fran Kenobi ha detto...

Hanno le porte USB, sono espandibili con le chiavette (asd).

Susanna raule ha detto...

be', detta così sembra una cazzata, ma anche l'hard disk non è più "hard disk", quindi forse sì...

RRobe ha detto...

Sì, Susanna. E' espandibile all'esterno. Come un qualsiasi computer. Vuol dire che ha delle porte dove puoi collegare roba.
Ma non puoi cambiare la scheda grafica, non puoi cambiare il processore, non puoi cambiare l'HD.
Vuoi più spazio di storage? Attacca un HD esterno. E via dicendo. E' una presa in giro con cui Apple cerca di mascherare un problema evidente.

E' come dire che il tuo PC è espandibile perché ha tre porte USB.

Susanna raule ha detto...

oh, ok. io l'avevo capita più fica... ma sono un'inguaribile ottimista.
poi tanto costerà come uno shuttle quindi non è che. :(

stefano.passeri ha detto...

Console: Sony in barba a Microsoft ha tirato fuori delle bombe notevoli. Però, pagare per giocare online non me lo sarei mai aspettato. Le esclusive di entrambe le console mi hanno fatto defecare duro: pessime. I giochi migliori sono i multipiattaforma come The Crew oppure The Division che sono pazzeschi, gameplay aperti, sempre più integrati online, single player e via. Prezzo basso di 100 Euro in meno per Sony è vero e quello conterà molto. Sui giochi usati invece non è chiaro, dicono che decideranno i Publisher quindi vedremo.

Il nuovo MAC PRO è bellone...espnadibile mah, con quello che c'è dentro serve davvero? 12 Processori, scheda video pompatissima che regge il 4K, velocità di connessione e trasporto dati da follia etc etc...come minimo è un computer che dura 5 anni se non di più. Prezzo? Secondo me lo buttano fuori sui 3000 Euro sicuro. Non proprio economico.

RRobe ha detto...

come giochi online senza pagare con 360?

LRNZ ha detto...

Voglio precisare. Ma per arricchire la discussione eh. Il mercato non segue l'anello debole. Il mercato segue la macchina più diffusa. Xbox al lancio di ps3 aveva già 15 milioni di macchine vendute, presentava gears e costava un terzo. Se devi sviluppare dove vai? Dove hai più utenti, che non è affatto detto che sia la macchina meno potente. Vedi c64 e spectrum o amiga e atari st con le conversioni di merda. Macchine milioni di volte migliori che comandavano su delle macchine sfigatissime. Anche ps3 al lancio aveva delle versioni menomate di giochi xbox. Ps4 può realmente tentare un sorpasso, ma se non lo vedo non ci credo. I macpro so una roba da arredo della sala d'attesa di un dentista sulla sessantina, so dei posaceneri di cassina wannabe.

LRNZ ha detto...

Vedi il fenomeno Wii, che ha vantato un botto di sviluppatori pur avendo un hardware tirato a caso random pazzia, e nonostante il multipiatta fosse pazzia. Diffusione è l'unico fattore che comanda.

Minkia Mouse ha detto...

imho si stanno dividendo la torta (torta = mercato).

Poi boh. Sono curioso di sapere il costo dei giochi.

Ps: condivido il concetto dove lo standard dei giochi multi lo detta la console più debole.

Jabbawack ha detto...

Una domanda da ignorante di tecnologia che si trova a passare per caso: ma quel coso tondo che sembra una tazza da caffè cos'è?

RRobe ha detto...

Il nuovo Mac pro.

RRobe ha detto...

Per LRNZ: mi devo essere spiegato male.
Oggi lo sviluppo dei giochi tripla A costa decine, quando non centinaia, di milioni di dollari.
Questo significa che tutti stanno indirizzandosi verso lo sviluppo multipiattaforma. Fai un gioco, lo declini sul maggior numero di piattaforme di vendita possibili.
Ora, se il collo di bottiglia è la Xbox One, le specifiche saranno livellate sulla sua potenza. Perché non sviluppano due giochi diversi ma uguali. Sviluppano lo stesso gioco che poi adattano.

Davide Martinucci ha detto...

quella della connessione ogni giorno è un po' ambigua: hanno detto che ti connetti e puoi giocare per 24 ore, nel senso 24 ore di gioco o da quel momento hai 24 ore per giocare?

Massimo D'Amato ha detto...

Vogliamo parlare iOs7? Innovazioni spacciate come proprie idee quando sono brutalmente fregate a Win8 e Android?

Fabio Zalambani ha detto...

Guardate qua e ditemi se non è un gioiello di tecnologia.
http://www.apple.com/mac-pro/
Cliccate su learn more.
Ha la dissipazione a turbina sembrano quelle della General Electrics per l'estrazione del gas.
E' grande 1/8 dello scorso Mac Pro. A vederlo cosi è decisamente bello.

Giovanni Lucio Colì ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giovanni Lucio Colì ha detto...

A me 'sto Mac Pro mi ricorda tanto...
http://4.bp.blogspot.com/-o-mvNgUPnn8/T41AwIaVwOI/AAAAAAAAALo/TVaTtNmepWc/s1600/donkey+konga.jpg

V.M. ha detto...

Le conferenze Microsoft e Sony di ieri, pur interessanti e finalmente incentrate sui giochi, non hanno ancora giustificato il passaggio alla nuova generazione di console.
Forse è colpa della mia miopia, ma a livello grafico non vedo differenze significative fra un The Last of Us (PS3)e un Second Son (PS4), fra un Gears of War qualunque (per 360) e un Ryse (Xbox One).
Sul fronte gameplay, il discorso è lo stesso: le meccaniche di gioco sono grosso modo quelle di 10 (o più) anni fa, l'online va già bene su 360 e PS3(e per funzionare meglio, più che di console nuove necessiterebbe di connessioni più veloci), i collegamenti con tablet o altre periferiche sarebbero implementabili anche sulle console attuali (lo dimostra la WiiU, che in fondo non è molto più performante di una PS3).
Non mancano, invece, i passi indietro: limitazioni per l'usato (su Xbox One) e per la retrocompatibilità, connessione obbligatoria (sempre Xbox One) e prezzi di lancio che, in tempi di crisi e con la concorrenza di nuovi dispositivi multimediali (tablet e smartphone), pesano più che in passato.
Staremo a vedere.

BrianClough63 ha detto...

Il MacPro è talmente poco espandibile che a 4 porte Thunderbolt ci si possono attaccare 4 monitor 4k contemporaneamente. Se riesci a farlo con il tuo computer con la presa UBS e con un bello slot PCI, complimenti.

La macchina non è un computer, è un hub, va vista come un'unità centrale alla quale collegare periferiche tra le quali volendo, un Expansion Chassis (ce ne sono di terze parti, ma probabilmente Apple ne proporrà uno dedicato) con slot PCIEx.

Questo consentirà al professionista che non ha bisogno di Hardware contenente DSP (tipicamente chi fa grafica, montaggio video, rendering di ogni genere basato su CPU/GPU, produzioni audio basate su DAW "native" ecc.), di utilizzare una macchina che sta sulla scrivania, non emette rumore (la ventole è enorme e gira piano), è trasportabile alla stregua di un Mac Mini, ma contemporaneamente è capace di prestazioni mai viste fino ad ora.

Gli altri, per esempio l'utenza ProTools che dispone di DSP su scheda PCI, potrà utilizzare l'Expansion Chassis di cui sopra. Questo, sempre fermo restando il fatto che con il tempo anche questi utenti passeranno a sistemi basati nativamente su Thunderbolt, eliminando la necessità di espansioni di ogni genere.

In questo senso, la macchina presentata è la più espandibile che Apple abbia mani proposto visto che con 6 porte Thunderbolt 2 (2 canali da 20 Mbit contemporanei su in/out), si possono collegare 36 periferiche. Finite quelle, c'è USB 3, del tutto sufficiente per utilizzi più basic.

albrecht virgolo ha detto...

Finalmente un commento da qualcuno che sa di cosa parla.

RRobe ha detto...

Apple, l'unica azienda al mondo che ti vende un HUB e rende i suoi zombie felici di pagarlo come un computer.

La nuova frontiera dell'espandibilità: le porte di connessione.

State alla frutta, e ve lo dice uno che di macchine Apple, a oggi, ne ha avuto oltre dieci.

Livro ha detto...

Penso che con il nuovo design (e vale per entrambe le console) abbiano voluto renderle più simili a dei lettori dischi.

Ok, sono delle console, ma sono anche lettori Blu-ray e DvD e stanno bene in ogni salotto.

FoC ha detto...

Di tutto il resto si può discutere, ma la cosa dell'usato è una porcata talmente schifosa che, per me, da sola merita di affossare la nuova console Microsoft.

Alessandro Tarabelli ha detto...

Una domanda Roberto, in merito al Mac Pro: sicuro che, alla luce della Thunderbolt, abbia tutta questa importanza la work station con l'espandibilità "interna"? Una volta aveva senso perché le connessioni "esterne" disponibili non si potevano neanche paragonare al PCIe. Nel tempo in una work station si potevano aggiungere schede, nel caso del nuovo MacPro credo sia la stessa cosa solo che le schede dedicate a certi tipi di lavoro saranno esterne... Cambia poi così tanto?

RRobe ha detto...

Bho. Un secchio (perché quello è), con un sacco di porte tutte sul retro, posto su una scrivania e con mille cavi che lo collegano a cose che non ha, non è esattamente il futuro.

albrecht virgolo ha detto...

O forse sì.
Tu lo usi per scrivere, non sei esattamente la persona a cui pensano quando si tratta di "Pro". Io mi occupo di effetti visivi per il cinema, e per come la stanno mettendo vedo più di qualche vantaggio in quel tipo di configurazione. E mai stato uno zombie Apple.

RRobe ha detto...

Veramente, un computer degno mi serve per disegnare ma, detto questo, ho ben presente le necessità di chi si muove in ambito video e grafico.
E a me, senza polemica, questa cosa del: "puoi attaccarlo esternamente" pare la solita cagata Apple del tipo "il tasto destro del mouse non vi serve".

agiantstudio ha detto...

sembri un bimbo che vuole aver ragione... il tasto destro del mouse non é mai andato via..ahahahahah che carino che sei

agiantstudio ha detto...

a te basta un buon imac allora..."hai ben presente le necessita" ma che vuol dire? ti stanno dicendo tutti, motivando, quali sono o vantaggi e tu rispondi con le solite battutine ad effetto...
ormai ti seguo solo perché mi diverte vedere dove ti spingerai con il tuo vuoto esser contro..un pò come la chiave dei tanti ascolti del tg4 di fede

RRobe ha detto...

Veramente, me lo state dicendo in tre. Ma si sa, quando si viene evangelizzati si diventa parte di una famiglia allargata con il padre, Tim Cook, il figlio, Ive, e lo spirito santo, Jobs.

Il tasto destro del mouse non è mai sparito? No. E' che non lo hanno mai messo, tranne che su quel geniale dispositico del Mighty Mouse. Oppure con CTRL (comodissimo, guarda) o con mouse non Apple (sensato).

Parlando seriamente: non sono uno che odia la Apple, ho avuto macchine con la mela per gli ultimi quindici anni della mia vita.
Questo nuovo Mac Pro però, è una cazzata, e farà la fine del Cube (anche perché, ne condivide molte delle criticità).

agiantstudio ha detto...

se ci disegni un riga al centro del mouse dovresti essere più felice visto che se clicchi sul lato destro fa il click destro...chi cazzo lo ha mai usato il Ctrl...ti prego dimmi che non è cosi che facevi..

RRobe ha detto...

Ah, ho capito: hai comprato un Mac ieri e non sai di cosa stai parlando.

agiantstudio ha detto...

hahahahahaha..no dai sul serio non capisco cosa intendi per "non c'é il tasto destro"...parli di un mero tasto fisico o parli della sua funzione? cioè qual'è la critica..ergonomica, di design? o a te serve il tasto destro e non hai ancora capito come attivarlo? sul serio non sto capendo..

RRobe ha detto...

No è che proprio non sai che quel tasto destro che tu usi, la Apple lo ha inserito in tempi recentissimi (con l'ultimo mouse) dopo che, per decenni, si era ostinata a dire che non serviva.

agiantstudio ha detto...

v bene parliamo seriamente..sono praticamente 10 anni che è possibile abilitate i click secondari sui mouse apple,dal prompt comandi anche da prima ma era meno facile andarsela ad attivare sta funzione...non è esclusiva del magic mouse..ora hai addirittura il trackpad che ci fai le mosse ninja sopra se è per quello..

agiantstudio ha detto...

suppongo tu sia uno di quelli che sostiene ancora la necessitá del floppy..

RRobe ha detto...

Parliamo seriamente?
Parliamo seriamente.
Il Magic Mouse è stato introdotto dalla apple nel 2009.
Prima di lui, il Migthy Mouse, del 2005, il primo mouse Apple che, fisicamente, aveva la possibilità di implementare le funzioni di un tasto destro.
Fino al 2005 la Apple, semplicemente, produceva mouse con un solo tasto.
Il suo OS permetteva l'utilizzo di mouse con tasto destro di terze parti?
Certo. Ma la Apple non riteneva necessario che i loro mouse li avessero.

Una delle tante follie di Cupertino.

Che poi non è che è stata risolta, eh? L'attuale Magic Mouse della Apple è uno dei peggiori mouse sulla piazza e i suoi tasti touch funzionano a dir poco male.

Ma che te lo dico a fare?
Sei un Apple zombie che, visto che la Apple gli ha detto che un computer da 3000 euro deve essere blindato e connesso a mille cavi per avere anche solo un HD più grande, chiama questa cosa progresso.

Fortunatamente, le macchine PRO e i veri professionisti, usano altro.

agiantstudio ha detto...

ahahahahah..è dal 2003 che faccio il click secondario...e tu rompi per una cosa che ci sta da 10 anni? il magic mouse fa schifo? opinione tua...


io tutti i professionisti che conosco in campo video e audio usano mac...o x professionisti tu intendi quelli che vogliono il massimo per i videogiochi dai loro computer assemblabile...ma poi che parlo a fare,,sei come quei tanti che criticano senza neanche averlo usato o visto da vicino il mac pro...e il bello che più divengono date spiegazioni sensate piú di radicalizzi...dando dello zombie, parlando di cestini...capisco che questo è il tuo personaggio, il copione che ti sei scritto...ma in una discussione seria diventa surreale come dialogare di scienza con archimede di topolino

RRobe ha detto...

Lo fai con un mouse di terze parti, dal 2003. Il MM, primo mouse apple con tasto secondario, è del 2005.

Per professionisti, di alto livello, parlo di gente che fa cinema, musica e illustrazioni. E negli ultimi anni, proprio come me, hanno tutti abbandonato la Apple.
Ma vai tranquillo, ho visto i tuoi lavori, non è un discorso che ti riguarda.

agiantstudio ha detto...

ahahah hai visto i miei lavori? ahahahaha ma di che parli?

avete tutti abbandonato apple? e con cosa disegni attualmente scusa? mi fai morire...

agiantstudio ha detto...

cioé photoshop e wacom girano meglio su windows ora? oppure avrai linux..

RRobe ha detto...

E siamo arrivati al punto il cui il wannabe Apple evangelizzato impazzisce.
Dai, continua a dare soldi a Cupertino. E' solo un problema tuo.

agiantstudio ha detto...

hai dimenticato zombie....e siamo giunti al punto in cui il buon recchioni smette di argomentare e trasforma in racconto le sue tesi..tutto pur che fili la filastrocca..e se la rima non riesce baciata ci concederemo qualche licenza poetica, qualche smussamento di realtá..diveniamo tutti attanti del tuo teatrino..macchiette, eccessi..ma in fondo sei il blogger del momento..il dialettico che vuole mettere tutti in ginocchio come le figurine mal disegnate ed "esploitate" del tuo libretto...rispetta il cazzo e rispetta la morte come punto di arrivo..

p.s. inzeppare i disegni di filtri fotografici stie hypstamatic non vuol dire disegnare bene ma solo esser paraculo...

p.p.s. io non pago cupertino, semmai è il contrario ( e da adobe)..ma questa è un altra storia che non interessa a nessuno ..vado a legger il "nuovo" mater morbi

RRobe ha detto...

Semmai, ho smesso di argomentare perché l'ho fatto fin troppo.

p.s.
Quanto ai disegnini scemi fatti con il cellulare, sono appunto disegnini scemi fatti con il cellulare. E quelli a cui ti riferisci sono vecchi, oltretutto.

RRobe ha detto...

Del resto, tu sei un dritto perché due anni prima che la Apple rilasciasse il suo primo mouse con doppio tasto, tu già lo usavi.
Non posso mettermi contro di te.
Hai la macchina del tempo (Apple, ovviamente) e puoi riscrivere la storia.

agiantstudio ha detto...

stacce

RRobe ha detto...

Tu spari cazzate abnormi e poi ti segni i punti e io dovrei starci?
Ma fammi il piacere.
Vai a usare il tuo mouse che viaggia nel tempo, va.

agiantstudio ha detto...

io viaggio nel tempo, tu no...stacce

RRobe ha detto...

A proposito di quelli che, messi alle strette, sfuggono al dialogo.

agiantstudio ha detto...

io agisco nella realtá da te concepita...sono un viaggiatore del tempo con un iphone 5 saldo in tasca, invece della cabina del doctor who uso il cilindro mac pro e torno indietro ad insegnare ad usare a tutti il click secondario...già che ci sono vado anche da steve jobs e mi faccio indottrinare per meglio rispondere alle tue puntuali esternazioni

RRobe ha detto...

Dai, continua, vederti svicolare è uno spettacolo affascinante.

Poi, quando hai finito di umiliarti, la porta è in fondo.

agiantstudio ha detto...

si dai, frustami ancora..sono l'elefante goffo che cerca di stare su due zampe nell'arena del tuo circo...

RRobe ha detto...

Sì, lo sei.

agiantstudio ha detto...

lo so....Stacce

agiantstudio ha detto...

ok non svicolo più: hai abbandonato apple? in favore di cosa? e che cosa ci fai tu che sei un professinista? ti trovi meglio?

il mouse apple trasparente il mouse apple one se connesso ad un mac attuale lavora tranquillamente con tasto destro attivo su mountain lion. nel 2003 lo usavo tranquillamente in quel di Londra presso l'apple campus. ti do ragione sul fatto che hanno reso selezionabile agegolmente il click secondario solo con i successivi sistemi operativi.

il nuovo mac pro di base è potente per lavorare fluidamente con schermi 4k e lo fa bene. siamo a livelli altissimi. in più il sistema operativo nasce per ottimizzate al meglio l'hardware a differenza di lion e mountain lion.
ho con me lavoratori per nikon, designer di Ferrari, che usano i loro retina pro anche con cintiq e si trovano benissimo. la necessita di aggiornare questo pro va verificata nel tempo.. non metterei paletti da subito. bollarlo come cagata è prematuro.

RRobe ha detto...

Finalmente.
Allora, partiamo da un presupposto: io un computer lo uso per scrivere e disegnare. Quindi le mie necessità sono limitate. Ma sono molto amico di professionisti che si occupano di musica e video a livelli alti.
Nessuno sta mettendo in dubbio le macchine Apple in generale.
Al massimo, si sta mettendo in dubbio questa macchina nello specifico, il nuovo Mac Pro.
Che sembra pensata più intorno alla solita voglia di fare una macchina visivamente fighetta che alle vere necessità degli utenti pro (utenti pro che, ancora oggi, non riescono a capacitarsi dell'esclusione delle porte firewire sui mac book di fascia alta).
Adesso, cosa serve a un professionista?
Una macchina potente. E questo Mac Pro lo è.
Una macchina solida. E per ora, questo Mac Pro non lo sappiamo se è affidabile. A me da l'impressione che se ci poggi qualcosa sopra e chiudi per sbaglio il ventolone, lo bruci come succedeva con il Cube ma, magari, mi sbaglio.
Una macchina espandibile. Perchè se spendi 3000 euro per una macchina, poi ti piacerebbe poterla aggiornare senza doverla necessariamente cambiare.
E questo Pro è espandibile, nel suo hardware, solo nella Ram. Per il resto, come lo compri resta.
Infine, sarebbe bello avere macchine razionali.
E le prese sul retro, dopo che per anni la Apple ha rotto le palle a tutti nel dire che le prese delle macchine Pro vanno davanti, non sono una scelta razionale.

Infine: dire che la macchina è espandibile solo perché ha molte connessioni dove attaccare roba, è solo marketing Apple che cerca di venderti le loro deficienze come una cosa figa.

RRobe ha detto...

Detto questo, attualmente, con Win 7 e 8, allo stesso prezzo di una macchina Apple compri macchine più potenti e performanti, ugualmente solide e senza le molte limitazioni di un sistema operativo che, purtroppo, è diventato una specie di prigione dorata.

E ripeto: lo dice uno che, se due anni fa gli avessero detto che sarebbe tornato a Win, con soddisfazione, avrebbe riso forte.

RRobe ha detto...

Detto questo, attualmente, con Win 7 e 8, allo stesso prezzo di una macchina Apple compri macchine più potenti e performanti, ugualmente solide e senza le molte limitazioni di un sistema operativo che, purtroppo, è diventato una specie di prigione dorata.

E ripeto: lo dice uno che, se due anni fa gli avessero detto che sarebbe tornato a Win, con soddisfazione, avrebbe riso forte.

LRNZ ha detto...

Non è prematuro se sfugge a tutti i principi del design industriale sano, con il bene dell'utente (e del mondo) al centro delle sue attenzioni. SOlo il fattore di avere un case tondo (con uno spreco di spazio allucinante, per quando in un oggetto piccolo) aumenterà i costi di trasporto di quelle , che incideranno sui costi al consumatore. Ho avuto qualunque macchina (pro e consumer grade, da flame flint o inferno, octane 1 e 2, indigo, amiga, quadra, pc di ogni tipo) e sono un industrial designer con unpo' di esperienza in materia. Ti elenco un po' di robe che si vedono lontano un miglio, se sei un professionista: 1) non ha una forma ne rack friendly ne un case stackabile = non è server level e avendo apple interrotto x serve già si capisce a chi è destinata questa macchina "pro". 2) Una workstation piccola non serve a nessuno, deve stare sotto un tavolo a macinare frame, non sotto una teca di vetro al moma e più roba fa, meglio è, meno spendo in HW proprietario (dischi thunderbolt li vende SOLo apple prezzati 100 euro in più a cazzo di cane) più guadagno. USB 3 è on par su quasi tutte le applicazioni, perde 12mbit/s sugli ssd, ma direi che potemo sopravvivere senz a l'ennesima bufala (fw800 anyone) 3)l'ho visto solo io il bottone per accenderlo SUL RETRO? MA STIAMO SCHERZANDO? XDDD (davanti rovinava proprio tutto eh?) 4) Supporta UN disco interno SOLO ssd (scritture limitate, per una macchina swap intensive come una render machine, non voglio manco sapè quanto dureranno e quanto costa comprarne uno nuovo), custom oltretutto. Bella merda. 5) I dischi esterni vanno alimentati, montati e smontati. Il vecchio macpro con 4 dischi RAID non era proprio una cazzata, sopratttutto in termini di data management e backup. passo indietro. COme apple sempre fa, saremo costretti a cestinare i dischi o a comprare le enclosure TBOLT/esata che costano un botto. Da sommare al prezzo del monolocale con piano bar scicchissimo apple 6) domanda, questa: ma non è che la logica progettuale che sta dietro a questo computer e semplicemente quella di un imac 2013 senza monitor e non un macpro? XD 7)Xeon è una architettura non indicata per processi non server grade, un i7 extreme è infinitamente più performante, benchmark alla mano. E' pensata per applicazioni Server? DI nuovo: perchè una macchina server guts in un barattolo? QUando qualunque farm è rackmount? 8)Le schede estrene thunderbolt costeranno 2 volte quelle interne pc. Da professionista non vedo nessun vantaggio a usare la soluzione più bulky e costosa. COmpro un case della madonna a 400 euro e ci metto dentro de tutto a prezzi oem. Questo se sei un professionista come dici (che vuole guadagnare più soldi possibile, se non erro) è un errorino mica da poco. 3K (con 16gb non credo costerà molto meno) di case fighetto a cui devi aggiungere PURE il resto. Broke before starting. 9)4 porte usb ce li hanno pure i pèortatili ormai. che cazzo gli è slatato in mente. SOno poche. (il mio pc ne ha 12, ed è uno standard) 10) GPU NON SOSTITUIBILE. spiegatemi perchè vi giuro che qua me so piegato in due. 11) GPU ATI = niente cuda core = niente mercury engine sulla suite adobe (che per inciso gestisce 6 stream video RED 4k senza problemi sulla mia macchina di 5 anni fa). Mi sbaglio? non sono sicuro, ma sulla carta pare proprio di si. 12) COme conseguenza, non puoi usare una scheda NVIDIA. SI chiaro l'hardware del vecchio macpro, come è normale che sia, lo butti, anche se hai una quadro da 5k che hai comprato DA LORO. 13) ventilazione dall base verso l'alto, questa è una piccola osservazione di progetto: LA POLVEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE, ma ci so mai stati in uno studio dove se lavora a manetta? Secondo me prende fuoco. 14) rotola giù dal tavolo XD I miei 2 cents.

LRNZ ha detto...

Ah e se ci casca dentro qualcosa, che ne so una attache, ti si rovescia il caffè, non voglio manco sapè che succede. :D

LRNZ ha detto...

Ao' e scusate i refusi che c'ho la tendinite e il tutore non è mio amico.

Fuz ha detto...

Mah, io spero davvero che la xone sia un flop clamoroso, il mercato videoludico è già parecchio sputtanato ed un eventuale successo della macchina in questione sarebbe un disastro per i consumatori.
Credo però che venderà comunque tantissimo (no, non ho nessuna stima in questa generazione di gamer).

Btw:
https://lh6.googleusercontent.com/-Kcjt5iz0G1k/Ubgr1iNrfUI/AAAAAAAAMP8/_4RJ3dk0KZI/w506-h900-o/photo.jpg

albrecht virgolo ha detto...

I refusi sono fastidiosi, ma ti perdono perché il tuo logo è belloccio.

Riguardo alla scheda tecnica, ma qui entro in un ginepraio, alcune cose sono discutibili, in un contesto lavorativo (tu ed io facciamo un lavoro molto simile). Alcune "necessità" tecniche sono una cacata fuori dal vaso: pur salendo dalla fascia consumer a quella "pro", ci sono ambiti in cui la macchina serve performante senza arrivare ad assurdi livelli da spot per Mercedes (motion design, per fare un esempio molto alla moda, in cui si fa uso di 3D senza per questo scatenare le farm, o compositing, per cui, se è vero che certi requisiti vanno rispettati per pensare di lavorare senza sudare sangue, è anche vero che in molti casi lavorare in modo intelligente può ovviare alla mancanza dei suddetti requisiti).
Concordo sul fatto che va fatto un calcolo accurato di costi/benefici per non trovarsi una trave nel culo nel momento meno opportuno: non posso spendere cifrone su cifrone per adattare un Mac Pro alle mie esigenze solo per avere quello che un'altra macchina assemblata può darmi ad un quinto dei costi, è anche vero che quando lavoro voglio una macchina di cui mi fido senza dovermi preoccupare delle stronzate windows (che sono parecchie).

Riguardo al design, mi pare evidente che la forma "tonda" serve a piazzare tutti gli elementi alla stessa distanza, e con la stessa esposizione alla ventolona che serve a raffreddare quella bestia, senza che debba sentire il rumore di un falciaerba.

E, per l'appunto, è TONDO, se i tasti sono "dietro", giralo.

Comunque finché non viene visto o testato, anche le mie chiacchiere lasciano il tempo che trovano, sta di fatto che Ive non è proprio il primo coglione che passa.

E non sono un evangelista, solo uno che vuole lavorare senza rotture di palle e finore la mela in questo mi ha dato soddisfazione.

RRobe ha detto...

Quindi, Win 7 o 8 li hai provati o no?
Perché da ex-evangelizzato, io sono sorpreso di quanto siano stabili e funzionali.

agiantstudio ha detto...

win 8 sara stabile ma di certo non funzionale...di certo non più di un os x tanto da spingermi ad abbandonarlo

albrecht virgolo ha detto...

Non li ho provati perché è da un po' che mi tengo lontano dai loro prodotti.

Ti chiedo io invece, com'è l'8? Stabilità a parte, di cui hai già detto, com'è all'occhio?
Non sono riuscito a metterci le mani perché la grafica mi repelleva.

RRobe ha detto...

Senza polemica e senza barricate ideologiche: ti assicuro, ci perdi il 10% di funzionalità, ci guadagni il 20% di cose che ci puoi fare.

All'occhio è smontabile e rimontabile come ti pare.
Tutta la questione delle Tiles, per esempio, se ti piace, la usi, sennò, basta un tasto, e non la vedrai mai più.

LRNZ ha detto...

Io su apple (entrato nel 2007 causa win vista che piuttosto mi sparavo un colpo, uscito nel 2010 con due macpro e un mbpro alle spalle + infinite wstation in vari studi, basate sempre su MacPro)non sono mai riuscito a fare affidamento invece, pensa te. Non usando assolutamente mai Finalcut Pro, Color, Motion o Shake sono entrato in un inferno di software instabili (cs2 - rosetta mein gott!-, cs3 e cs4 sono stati una sola dietro l'altra, tutti comprati originali, tutti inutilizzabili, un affarone), opengl inesistente, open cl nella fantasia e hardware indisponibile (zero schede video valide -ATI x1900 era "quella figa" e se attoppava di polvere perchè dissipava male, pensa te - per una macchina che doveva essere il top per la CG a ogni livello di esigenza), kernel panic a manetta su multithread. STavo fcendo un film di animazione e a metà ho preso tutto, impacchettato e mi sono risistemato un dragster win7, che come OS sicuramente avrà delle parti un po' ruvidine nell'esperienza utente, ma è rock solid e massimizza ogni forma di accelerazione hardware, anche per colpa/merito di adobe che fa la guerra alla mela eh, ma io con quello lavoro, per lo più. Ho finito il film senza manco un crash e a tutt'oggi questa macchina avrà si e no crashato 2 volte. Non so a quali problemi ti riferisci con 7, se posso aiutarti, lo faccio volentieri! Molto dipende da che HW usi, chiaro. Alcuni abbinamenti (mobo, ram, gpu e cpu) non funzionano bene come dovrebbero, bisogna documentarsi bene. Comunque parlavo di server grade proprio perchè per fare CG, anche 2d e 1/2 (dove servirebbe un desktop standalone iper performante e basta) le specifiche server del core cpu del macpro sono strane e comportano un prezzo duplicato senza motivo. Lo xeon non è indicato per quel tipo di robe ed è assolutamente overkill montare una cpu pro grade su una struttura palesemente prosumer (che quello è, al limite). Ad ogni modo il destino ci illuminerà a riguardo. Ive è uno dei peggiori industrial designer degli ultimi 20 anni, come stilista è bravo invece. Ricordiamoci che è il genio che ha fatto un telefono di vetro e lo ha migliorando mettendoci anche il vetro dietro. O un case (macpro) che pesava 17 chili di alluminio quando era VUOTO. Per me andrebbe radiato da qualunque tipo di studio di progettazione serio. Zero refusi. Yeeeeee.

RRobe ha detto...

Ma tra le molto cazzate che Microsoft continua a fare, ti assicuro che il nuovo OS non è tra queste.
Già con il 7 le cose erano diventate ottime. L'8 le ha migliorate (e, se non ti piace l'interfaccia, come ad alcuni, la cambi).

LRNZ ha detto...

NUOOOOO migliorando = migliorato. :D

LRNZ ha detto...

Qualora ci fosse qualcuno che ancora non lo sa: http://www.bbcicecream.com/2008/03/13/dieter-rams-vs-jonathan-ive/

E lo smacco è che Dieter Rams (dio con la sigaretta nella foto dell'articolo sopra) predicava quello che oggi a mio avviso manca con una distanza siderale non solo dai prodotti Apple ma dal 90% della consumer electronics popolare:

Good Design Is Innovative : The possibilities for innovation are not, by any means, exhausted. Technological development is always offering new opportunities for innovative design. But innovative design always develops in tandem with innovative technology, and can never be an end in itself.

Good Design Makes a Product Useful : A product is bought to be used. It has to satisfy certain criteria, not only functional but also psychological and aesthetic. Good design emphasizes the usefulness of a product while disregarding anything that could possibly detract from it.

Good Design Is Aesthetic : The aesthetic quality of a product is integral to its usefulness because products are used every day and have an effect on people and their well-being. Only well-executed objects can be beautiful.

Good Design Makes A Product Understandable : It clarifies the product’s structure. Better still, it can make the product clearly express its function by making use of the user’s intuition. At best, it is self-explanatory.

Good Design Is Unobtrusive : Products fulfilling a purpose are like tools. They are neither decorative objects nor works of art. Their design should therefore be both neutral and restrained, to leave room for the user’s self-expression.

Good Design Is Honest : It does not make a product more innovative, powerful or valuable than it really is. It does not attempt to manipulate the consumer with promises that cannot be kept

Good Design Is Long-lasting : It avoids being fashionable and therefore never appears antiquated. Unlike fashionable design, it lasts many years – even in today’s throwaway society.

Good Design Is Thorough Down to the Last Detail : Nothing must be arbitrary or left to chance. Care and accuracy in the design process show respect towards the consumer.

Good Design Is Environmentally Friendly : Design makes an important contribution to the preservation of the environment. It conserves resources and minimises physical and visual pollution throughout the lifecycle of the product.

Good Design Is as Little Design as Possible : Less, but better – because it concentrates on the essential aspects, and the products are not burdened with non-essentials. Back to purity, back to simplicity.

agiantstudio ha detto...

ma che centra scusa? nessuno ha fatto mai mistero che l'ispirazione del design, le linee ed il feeling fosse preso da Rams ( e non solo) ma qui parliamo di linee di prodotti spesso completamente differenti e con uno scopo differente..sopratutto l'immagine con l'Imac a confronto..proprio per far polemica ragazzi eh..

LRNZ ha detto...

No guarda. Giuro che non era polemico. Era la dimostrazione di una semplice equazione. L'industrial design vuole che forma e funzione siano strettamente legati da un vincolo inscindibile, altrimenti si parla di styling, o di ingegneria che sono altre discipline, rispettabilissime. Se cambi la funzione, cambia la forma. Ive ha pedantemente ridotto a una questione di "skin" il lavoro di Rams: se due oggetti hanno una forma identica ma funzioni diverse, uno dei due è design, l'altro è styling. E' facile, se ci pensi. Lungi da me polemizzare, volevo solo sostanziare il mio giudizio su Ive, che altrimenti risultava effettivamente un po' brusco. Tutto qua.

albrecht virgolo ha detto...

Ahah, OK LRNZ, ho capito che sai di cosa parli, per parte mia cerco il più possibile di non entrare in certi labirinti, cerco di crearmi le migliori condizioni possibili senza svenarmi, ma dopo un po' mi rompo le palle di ottimizzare l'universo.
Ho testato alcune delle cose che dici, solo ho avuto esiti diversi dai tuoi, è vero ad esempio che le specifiche server del Mac Pro sono strane, ma non ho mai avuto problemi particolari. E ad esempio, pur spingendo la macchina il più delle volte più di quanto dovrei, non ho mai avuto problemi di crash su un Mac Pro. Mai, giuro.

E per Ive, bòn, a me piace molto la roba che fa, so della sua "passione" per Rams (e graziarcazzo, vorrei anche vedere..), che vuoi che ti dica, almeno si "ispira", e bene, ad un genio.

P.S. Fighe le tue cose.

albrecht virgolo ha detto...

E bé, non è che si limiti soltanto a dare una bella faccia ai prodotti, via... molte, ma non tutte, vero, delle cose che ha realizzato hanno migliorie piuttosto smart nell'utilizzo, rispetto a quel che passava il convento prima che lui diventasse apparentemente l'unico designer al mondo.

albrecht virgolo ha detto...

Contraddicendomi bellamente devo però dire che la grafica dell'iOS 7 fa vomitare, alla faccia del bravo stilista. Andava benissimo farla finita con lo scheumorfismo, ma non per fare quella porcata.

Macphisto ha detto...

Sony come al solito viene data per spacciata, vedi il settore mobile che sembrava sul punto di collasso col Sony-Ericsonn e invece sta riguadagnando alla grande con la serie Xperia.

Apple, e premetto non sono mai stato un fan di Apple e ho sempre detestato il loro approccio chiuso, forse non sta prendendo una gran cantonata, bisogna valutare il tipo di utente che va a utilizzare questo tipo di macchine.

E' un bell'oggetto di design con una bella potenza computazionale e grafica già a bordo (anche se sono perplesso dalla doppia GPU a meno di non avere software che sfruttino OpenCL), il che mi fa pensare che sarebbe demenziale utilizzarla come macchina per renderizzare (che siano immagini o video), ma piuttosto per elaborare e poi trasferire la parte computazionale su render farm in locale o su cloud. E questo è l'approccio che si sta sviluppando (vedi anche sistemi tipo Lagoa e simili).

Certo è per realtà medio piccole, la gran sola è l'espandibilità, anche se il fatto di aver messo quel coperchio che sfilandosi da accesso a tutte le schede fa sperare che un domani possano ripensarci!

Non oso pensare il prezzo, un rene probabilmente non basterà!

Macphisto ha detto...

C'è da dire che la limitazione sulla capienza dell'SSD alla fine è robetta. Un bel NAS su Lan e accedi a tutti i file che vuoi (anche da macchine Win e Linux).

Eklipse Design ha detto...

LRNZ riusciamo a sentirci che ho bisogno di una mano per una workstation?

CometaRossa ha detto...

Robè è già qualche anno che ho iniziato a pensare al computer come un Hub. Il mio hackintosh è piccolo potente e lo storage dati è quasi tutto esterno. Trovo molto più pratica questa filosofia in ambito pro perchè ti da la possibilità di smontare e trasportare tutto con molta praticità. Non devi aprire mai il computer. Hai bisogno di più storage? colleghi il RAID esterno con TB 2. Certo questa filosofia ha il vantaggio per Apple di avere maggior controllo e quindi profitti da tutto quello che sarà periferica. Però attendiamo il prezzo e vediamo

CometaRossa ha detto...

ah un'altra cosa, se siete amanti delle schede PCIE basta collegare un altro hub al mac pro via TB che faccia PCIE espander. Già ne esistono diversi modelli. Forse diverranno molto comuni

Armando Buoninfante ha detto...

ehi scusate ma i vecchi gamecapture funzioneranno sulle vecchie consolle?
E poi non capisco è meglio la ps4 o la xbox 720 non hoo ben capito.

Armando Buoninfante ha detto...

scusare volevo dire se i vecchi game capture funzioneranno sulle nuove

Gaetano Giglio ha detto...

La PS4Eye sarà venduta separatamente credo intorno ai 50€...quindi per quanto mi riguarda la XBOXONE per me costa solo 50€ in più, no 100€...che peccato volevo spenderli per un altro DS4. :(