24.6.13

Sei leggenda.


Un capolavoro conclamato.
Un terzetto di capolavori altrettanto belli ma un pelo meno conosciuti.
Una tonnellata di ottimi romanzi.
Un bel mucchio di splendidi racconti brevi.
Pochi, ma davvero pochi, scritti non degni di nota o brutti.

Richard Matheson non solo era un eccellente scrittore ma è stato capace di piazzare un paio di palle valide nell'immaginario collettivo del ventesimo e del ventunesimo secolo. E non è cosa da tutti.
Oltre a questo, nel corso della sua carriera è stato fonte di ispirazione inesauribile per le successive generazioni di romanzieri specializzati nell'horror e nella fantascienza.
Tra di loro, Stephen King (che gli ha mezzo rubato due romanzi).
Richard Matheson, oggi, è diventato leggenda.



12 commenti:

Ilario Gradassi ha detto...

Ammazza, battuta anche Wikipedia.
Quali sono i due romanzi da cui King si è ispirato?

RRobe ha detto...

"L'Occhio del Male", che è una specie di plagio di "Tre Millimetri al Giorno" (romanzo bellissimo il primo, capolavoro il secondo)e "Al di là dei sogni" e "Rose Madder" (brutto il primo, orrendo il secondo).
In generale, comunque, il debito di King con Matheson è ampio per i temi e le idee. Per lo stile, no.
Asciutto Matheson, ogni tanto sin troppo carico di parole King.

Detto questo, adoro King come adoro Matheson.

rae ha detto...

ma era ancora vivo?

Slum King ha detto...

Uno dei pilastri. Applausi.

Tommaso ha detto...

Grandissimo.
Per me nel racconto breve fantascientifico se la giocava con Bradbury per la corona di Re.

Anjin-San ha detto...

RRobe, davvero ritieni "L'Occhio del Male"una specie di plagio di "Tre Millimetri al Giorno"?
Per come me li ricordo sono piuttosto differenti.

---- Attenzione un po' di SPOILER ----

Da una parte c'è la maledizione della zingara (se vogliamo anche meritata) e tutta la trafila del protagonista che cerca di farsela tirar via. Ed il finale è decisamente dark.
Dall'altra c'è un incidente (radiazioni?) e mi pare che sia molto più incentrato sulle conseguenze del rimpicciolimento, piuttosto che sul trovarne un rimedio. Il finale, poi, lascia molto più spazio alla speranza.

Insomma, al di là del parallelo perdo-tre-mm-al-giorno e perdo-n-kg-al-giorno le storie mi sembrano decisamente diverse.
Basta uno spunto simile per gridare al plagio?

Oh, poi il debito di King a Matheson (come dici tu) è innegabile, e lo stesso King ne parla come uno degli scrittori che più lo ha influenzato

RRobe ha detto...

Come dicevo prima, è più una faccenda di "cosa" che di "come". Però, a parte lo spunto molto simile, io ricordo che nella versione integrale di "3 millimetri" (in Italia ne circola pure una orrensamente sforbiciata) ci sono un sacco di temi che Kung riprende.

CREPASCOLO ha detto...

Era interessante leggere " da dove " pescava le idee: ha raccontato che "Tre Millimetri al Giorno" è nato mentre guardava Ray Milland , al cinema, prendere un cappello dall'attaccapanni ed indossarlo ( e se il cappello fosse ogni giorno un pochino + grande ? ) - Io sono Leggenda è nato dall'inversione del concetto alla base di film sui vampiri ( e se fosse l'ultimo essere umano del pianeta contro un esercito di vampiri ? ).

Obi-Fran Kenobi ha detto...

Il mio ricordo.
http://www.obifrankenobi.it/2013/06/25/arrivederci-richard-mio-primo-pilastro/

Franco M. ha detto...

Il film tratto da "I'm a legend” è però una mezza stronzata. Sarà che mi sta sul culo Willy.

Firestart ha detto...

Ma il film non è neanche da tenere in considerazione, sono riusciti a violentarlo al punto da far perdere completamente il senso al titolo stesso...

Matteo Fabbri ha detto...

I tre capolavori sono:
io sono leggenda
tre millimetri al giorno

e?