26.9.13

CANALE 666


Domani esce in edicola il numero 325 di Dylan Dog, il primo albo della fase uno, il primo della serie regolare curato da me e Franco Busatta.
Quest'anno, vi racconteremo gli albi in uscita, oltre che sulla pagina social di Dylan (che trovate QUI), sul sito della SBE e (ovviamente) su questo blog, anche attraverso una rubrica radiofonica realizzata in collaborazione con Radio RDM.
Il titolo della rubrica è CANALE 666.
QUI trovate il primo podcast per riascoltare la prima puntata.
(non badate alla foto che è tremenda).

Interviene, oltre al sottoscritto e a Chiara Felici, anche l'autore unico dell'albo di questo mese, il maestoso Carlo Ambrosini.


11 commenti:

scheletro ha detto...

la foto non è tremenda è abominevole, sembra ti abbia investito un autotreno. comunque interessante il podcast

joeclay ha detto...

Domani ne compro tre copie, cercando di recuperare vecchi lettori persi per strada. Che la Forza sia con te Roberto.

mymo ha detto...

Ma non c'è un feedlink da cui scaricare o ascoltare in streaming il podcast tramite iTunes o podkicker? Il player in flash sul sito rende quasi impossibile, o comunque molto scomodo, l'ascolto da dispositivo mobile.

Apox ha detto...

Una versione scritta aiuterebbe i non udenti.

FoC ha detto...

Davvero molto curioso di vedere come sarà gestita questa "continuity light", che come idea mi pare estremamente interessante ma anche super rischiosa per una serie simile.

joeclay ha detto...

Arrivato a "putrescenti" mi è andato una maledetto sassolino nell'occhio e..

FoC ha detto...

Dimenticavo: ai miei occhi Bloch è sempre stato alla pensione come Dylan al completamento del galeone.
Capisco le ragioni della scelta, ma non riesco davvero a rimanerne persuaso, lo trovavo un "punto fisso" della serie irrinunciabile.
Qui incrocio davvero le dita, visto che forse è il personaggio che amo di più della testata...

ivothor ha detto...

letto! sinceramente..salvo solo la copertina e il tuo editoriale. pessima la storia..davvero.

Stefano ha detto...

comprato. Dopo 24 mesi ricompro Dylan. Copertina fenomenale, ma per quanto riguarda la storia siamo alle solite eh? Speriamo nei prossimi numeri... Comunque a mio modesto parere, il vero salto di qualità non è pensionare Bloch che alla fine sarebbe pure ora poraccio, ma pensionare Ugolino Cossu, Freghieri e Montanari e Grassani, poi mettere in cassa integrazione la Barbato e Ruju e obbligare Tiziano Sclavi, anche con minacce fisiche, a scrivere e Nicola Mari, Angelo Stano, Massimo Carnevale e dall'Agnol a coprire da soli 12 mesi l'anno di tavole. Gli altri metteteli sui fuori serie e vaffanculo)



stefano.passeri ha detto...

Preso. Mah...come dici tu stesso, ci si rivede fra un'altro anno. Bello eh anzi, i disegni magnifici ma la storia siamo sempre li. Che poi fra un'anno le cose cambieranno, l'avete venduta prima la pelle del Lupo!!!

mrKaizen ha detto...

Comprato con molte speranze (non leggo DD da prima del 100) ma il mio giudizio è: insomma.
Disegni non mi piacciono (alcune vignette sono davvero brutte e le macchine, porco zio... :( ) e la storia non ha carattere, un po' noiosetta, succede nulla di che e Dylan non fa nulla di particolare.

Non è brutto ma neanche bello.
L'albo è insignificante, me la dimenticherò prima di sera purtroppo.
Cmq compro alche il prossimo e poi vedrò.