30.9.13

La Repubblica XL di Ottobre 2013. Di Orfani, Dylan Dog, Tiziano Sclavi, Secondamarea e Gipi. E del sottoscritto, ovviamente.

Dunque, di XL e di quello che sta succedendo alla rivista, nei prossimi giorni avrò modo di parlare sin troppo.
Oggi però, mi dedico a qualcosa di più leggere e piacevole: vi presento il numero appena arrivato in edicola.
QUI trovate l'editoriale.

Orfani. Massimo Carnevale.
Una delle due copertine (l'altra è con gli Arcade Fire, band che a me sta pure sulle palle, tzè).
Da quanto tempo era che un fumetto non conquistava la copertina di una rivista generalista?

Sommario. Con la mia faccia e la Bodeo di Dylan. Anzi, a dirla tutta, è la Bodeo di Francesco Dellamorte, dal set del film Dellamorte Dellamore.

Io e Tiziano apriamo la sezione "Movimenti". In questa foto sembriamo i due componenti di una band indie, di quelle che rifuggono la notorietà e piacciono tanto agli hipster. Mi odio.

 Intervista a Emiliano Mammucari e presentazione della serie Orfani.

 Preview della serie.

Questo è il pezzo forte: doppia intervista di Luca Valtorta a Tiziano Sclavi e al sottoscritto. A casa di Tiziano, e con Tiziano che si lascia fotografare. Sì, il mondo sta cambiando.

 Vi prego, non badate alla mia posa. Si fanno mille scatti, poi non sono io che decido. No, sul serio, fosse per me non mi sarei mai messo così. Davvero. Intendo: no, non mi hanno molestato sotto la doccia. No, non  mi sento sporco. Va bene, solo un pochino.

 Sì: sono seduto nello studio di Dylan.

 Approfondimento sul disco dei Secondamarea Gli Anni del Mare e della Rabbia. Il disco è allegato a Xl (se lo volete) e i testi dono di Sclavi. Una nota curiosa a margine: lo sapete che se la classifica dei dischi più venduti d'Italia conteggiasse anche quelli allegati alle riviste, ogni mese in testa svetterebbe il disco allegato a XL? E loro vogliono chiuderla questa rivista. Bah.

 La sezione "X-Voto".

 La recensione in anteprima di Luca Raffaelli. Che Luca è un amico e ci sono anche andato a cena a casa  quindi è tutto ilsolito magna magna. E, infatti, m'ha dato il voto più basso tra tutti i fumetti recensiti questo mese (un comunque dignitosissimo 7,5). Ma a Luca piace Miyazaki, se la sarà presa perché ho esultato quando il maestro ha detto che si ritira.

Un articolo di approfondimento sul nuovo libro di Gipi. Quello che deve ancora uscire. Che io l'ho letto perché è tutto il magna magna di cui sopra, e siamo amici e via dicendo. Il libro è bellissimo, una roba che mi ha strappato il cuore. Nun me rompete.