7.2.14

Robocop 2014 - la recensione -


Potrei parlarvi del fatto che Robocop usa una pistola taser.
E chiudere il discorso.
Oppure potrei approfondire, e dirvi che il piano satirico-ironico è di grana così grossa che tanto valeva mettere in sovrimpressione la scritta #SARCASM# quando necessario.
Oppure che non ci sono cattivi.
Che non c'è sesso.
Che non c'è cocaina o droghe di altro tipo.
Che Murphy ha tutti i ricordi, poi li perde, poi li ritrova e fa le faccette.
Che non c'è una goccia di sangue che sia una.
Che l'ED 209 è stato trasformato in tappezzeria e comunque sembra un Gekko di Metal Gear Solid.
Che Murphy viene ucciso facendogli esplodere l'auto.
In campo lungo.
Che non si vede quando lo ricostruiscono.
Che mentre lo guardi ti viene da pensare che forse la serie televisiva non era tanto male.

E via dicendo.

Ma sapete che c'è? E' inutile.
Perché il Robocop del 2014 non è brutto se messo in confronto con il capolavoro originale di cui è il remake.
E' brutto e basta.

Scritto male, con brutti effetti, zero ritmo, pochissime idee, personaggi negativi debolissimi, uno scontro conclusivo girato con due spiccioli e un finale con un anticlimax inspiegabile.
Peccato perché il regista era bravo. E il redesign di Robocon non malvagio.
Ma questa sera non giocano i Tiger.
E questo film non vale la pena di comprarlo nemmeno per un dollaro.



15 commenti:

Giorgio Salati ha detto...

Che delusione! Il trailer mi aveva infoiato mica male!

Matteo Coletta ha detto...

Ma allora non ho visto male nel trailer: DAVVERO ALEX MURPHY MUORE DALL'ESPLOSIONE DELLA SUA AUTO!!!! Ok non rifarsi dal predecessore, ma qui l'originalità è pari a 0!!!!

Tyler ha detto...

Il redesign di Robocop - è - malvagio. Getta nuove prospettive su "come snaturare graficamente un personaggio". Sparisce il senso di sicurezza trasmesso dalla pesante (e poliziottesca) corazzatura grigio/bluastra in favore di una agile e figa armatura nera. Che è una calzamaglia in incognito. Se poi nella reinterpretazione grafica ci mettiamo pure la moto & il taser & il guantino ... Comunque recensione utilissima a far chiarezza su un punto: Ok avete voluto farlo diverso. Ma lo avete fatto male. A prescindere dall'originale.

Tyler ha detto...

Ah, dimenticavo: sto tremando per il remake di Point Break. E poi che faranno ? Casablanca con Stallone ?

Massy ha detto...

ma un bel basta e vaffanculo ai remake no?
Ce ne fosse stato uno dal 2000 in poi degno di esistere.

Secondo me il remake in genere lo apprezzi (forse) se non conosci l'originale sennò l'effetto minestra riscaldata o l'effetto pecorino cheese è sempre li pronto a rovinarti lo stomaco!

NIGHT SHIFT ha detto...

Che delusione, ma un po' me l'aspettavo. Bellissima la chiusura della recensione :)

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

In fondo ce lo aspettavamo tutti :)

Garlak ha detto...

Completamente in disaccordo (diciamo che proprio a livello speculare con quanto espresso a livello di regia, effetti speciali, etc).

Stefano Damato ha detto...

Per amor di masochismo lo andro' a vedere lo stesso, ma peccato, dopo aver visto Tropa de Elite un po' speravo in Padilha...

Anche se in verita' sapevo che oggi la tendenza e' purtroppo quella, di fare film "per tutti" senza PG. Robocop era affascinante proprio per quella violenza grottesca che lo caratterizzava, l'assurdo mondo in cui i bambini giocano a "Nuclearizzali!". Sarebbe come rifare Devilman o Ken il guerriero senza quella violenza, che non e' solo violenza, ma che e' decisamente una parte della cifra espressiva dei loro autori.

Il FaS ha detto...

Rrobe, in genere sono d'accordo al 90% con le tue recensioni

Forse perchè avendola letta sono andato al cinema con hype sotto lo zero, invece devo dire che non mi è dispiaciuto.

Bisogna effettivamente evitare i paragoni con l'originale e staccare il cervello, ma fatto questo per me scorre via che è un piacere e si lascia guardare.

Insomma un filmetto senza lodi, ma anche senza infamia

stefano.passeri ha detto...

Il problema è un'altro.
Questo Robocop non è stato fatto per i 30/40 enni ma per i ragazzini.

Sono andato sabato ad uno spettacolo delle 21, la sala era 80% gente che non superava i 20 anni e restanti anzianotti che forse provenivano dall'originale.

All'uscita tutti i ragazzini erano gasatissimi per il fatto che Robocop corre in moto come Dredd...

Rendiamocene conto.
Siamo vecchi. Il cinema d'azione ormai è fatto per i ragazzetti di oggi, ben diversi da quelli di 20 anni orsono.

Marco ha detto...

Qualcosa mi diceva che era solamente un film per teenager stupidi. Mi è bastato vedere il trailer per capirlo. Questo va dritto dritto nel cesto dei remake inutili insieme a Carrie, Nightmare, Total recall, halloween, Dredd e purtroppo temo pure le tartarughe ninja :((( VI pregooo ...lasciate in pace le vecchie glorie degli anni 80/90! Se i ragazzini deficenti di oggi non conoscono i personaggi che hanno fatto la storia del cinema..MEGLIO COSì!

Pietro Bellini ha detto...

Il tuo disappunto potrebbe trovare (parziale) giustificazione in questa curiosità trovata su imdb.com:

According to Brazilian director Fernando Meirelles, José Padilha called to him during production to admit he was having "the worst experience of his life" and "for every ten ideas he has, nine are cut. The film will be good, but I have never suffered so much and I do not want to do it again."

Gioele Severino ha detto...

Premetto di essere del 78 :)
Il problema in sè è che non è un remake ma è tutta un'altra storia. ma T U T T A.
Il film originale si basava su un "uomo" che NON SOLO aveva perso tutto ma andava poi alla ricerca di ricordi sbiaditi per poi guardare i famiiari da lontano...un dramma, una sofferenza, la tecnologia che gli dava una parvenza di una faccia pseudo finta.
Qui nulla...la cattiveria dei cattivi che lo massacrano di colpi ((da li tutti i flash continui nel film), la mano che salta, le urla e la collega che lo vede crivellato di colpi.
Qui mi pare lu molto figo, come detto prima un supereroe e non una perosna intrappolata in un corpo macchina

MalawiBoy ha detto...

Sono d'accordo, ma fino ad un certo punto. Sul valore del remake non posso pronunciarmi perché non guardo l'originale almeno da 15 anni e forse più. Però la pellicola in sé non l'ho trovata così scadente, anzi. Come ho scritto nella mia recensione è stata prestata un'attenzione particolare alla sfera psicologica del personaggio, sono state toccate tematiche molto pesanti come l'accanimento terapeutico, l'eutanasia e l'etica nel campo della scienza. Roba che nona i trova facilmente in film d'azione. Però poi la parte più "maschia" è per assurdo quella meno convincente.
Però su una cosa devo dire che hai proprio ragione, e non me ne ero accorto: i cattivi latitano alla grande. Certo, il boss criminale è quasi un pretesto messo lì per creare le basi da cui poi parte lo scontro vero, ossia quello contro la multinazionale, ma anche qui non è che piovano Kayser Soze dal cielo ;)

P.s. anche io ho notato la forte somiglianza tra i robottoni e i Metal Gear :D