10.4.14

ORFANI Bao: volume 1


Qualche anno fa il mio maggiore cruccio rispetto al prodotto Bonelli era che la casa editrice di via Buonarroti continuava a realizzare storie di alta qualità, che necessitavano di molto tempo e di  molti soldi per essere prodotte, e che avevano una vita "commerciale" che durava solo trenta giorni. Poi via, spariva dal mercato diretto e le sue vendite attraverso il servizio arretrati diventavano irrilevanti.
Mi faceva insomma impazzire che capolavori come, tanto per fare un esempio blasonato, Memorie dell'Invisibile, non fossero sempre disponibili sul mercato al pari di, chessò, Watchmen o i grandi classici della letteratura. Certo, c'erano le ristampe, ma sempre collegate a meccanismi da edicola periodici, non c'era insomma qualcosa in grado di essere "permanente".
Con in mente questo ragionamento, ho lavorato parecchio con la Bonelli e la Bao per realizzare un primo esperimento che ha portato a quello splendido volume che è Mater Morbi, riproposizione in versione libreria dell'albo 280 di Dylan Dog.
Il volume è stato un successo assoluto e ha dato un nuovo senso alla storia, facendola percepire non tanto come un episodio di Dylan Dog da edicola, riproposto in una ristampa di lusso, quanto come un libro a fumetti pensato proprio per la libreria di varia (non sono pochi quelli che definiscono il volume come una graphic novel. E ogni volta che succede io rido).
Alla luce di questo ragionamento, abbiamo voluto replicare e fare qualcosa di ancora più coraggioso: realizzare, quasi in concomitanza con la sua serializzazione in edicola, una versione da libreria di Orfani, la serie di fantascienza bellica creata da me e Emiliano Mammucari.
Una volta immaginata la cosa, abbiamo dovuto trovare una modalità produttiva in cui tutti vincessero (Bonelli, Bao, gli autori coinvolti e, ovviamente, i lettori).
Ovviamente, per non essere scorretti con i nostri potenziali lettori, abbiamo annunciato la notizia dei volumi prima ancora dell'uscita in edicola del numero 1, dando la possibilità agli acquirenti di scegliere la maniera in cui investire i propri soldi.
Da tutto questo è uscita un'edizione rivolta a chi, in edicola, proprio non ci va e che di Orfani non sa nulla.
Ma pure un'edizione pensata per chi Orfani lo ha comprato in edicola, gli è piaciuto, e adesso ne vuole una versione definitiva, stampata su carta lucida, in grande formato, con rilegatura a capitello, copertina cartonata, studi, interviste, tonnellate di disegni e approfondimenti inediti e una qualità tipografica fuori scala.
E per rendere la cosa ancora più emozionate, ne abbiamo fatto due versioni, una rivolta a tutti i mercati e una disponibile solo sullo shop della Bao e nelle fumetterie.
Il risultato di tutto questo lo potete vedere qui sotto:







Che è, semplicemente, l'oggetto editoriale più bello in cui io sia mai stato coinvolto.
Una roba che, a toccarla mi sono tremate le mani.
Perché la forma E' contenuto.
Ma questo a voi non interessa.

Quello che, invece, potrebbe interessarvi, è la maniere per procurarsi una copia di questo primo volume.
E avete un sacco di possibilità.
Volete la versione regolare con la copertina di Emiliano Mammucari?
Potete fare i tipi vecchio stile e andare in libreria di varia o in fumetteria e comprarla (27 euro).
Oppure.
Potete comprarla dal sito della Bao.
Oppure.
Potete andare su Amazon e comprarlo, risparmiando quasi cinque euro.

Volete l'edizione variant con la copertina di Massimo Carnevale?
Potete andare in fumetteria e comprarla (ma non in libreria di varia).
Oppure.
Potete comprarla dal sito della Bao (ma non da Amazon).
Vi ricordo che questa edizione è a tiratura limitata (1250 copie) e, una volta esaurita, non verrà mai più ristampata.
Se ve lo state domandando: sì, per ogni volume verrà fatta tanto una edizione regular, con copertine di Emiliano e stampa lucida-opaca, sia una edizione variant, con copertine di Massimo Carnevale e sovracoperta in acetato trasparente con serigrafia bianca.

Insomma, tutto qui.
Il volume esce ufficialmente oggi.
Fatemi sapere.

RRobe




13 commenti:

Bach Flowers ha detto...

Che la regular sia la copertina di Mammucari e la variant quella di Carnevale, e non viceversa, è uno dei peggior delitti dell'editoria a fumetti.
Il confronto tra le due cover è spietato, suvvia.
Non dico che Mammucari disegna male, per carità, ma quella cover lì, a fianco della variant, ne esce massacrata; un pugno nell'occhio.

Lorenzo Elias Giuseppone ha detto...

Io sono per la copertina non variant; di più ampio respiro e molto nelle corde di una storia di vita più che un fumetto d'azione.

Nello ha detto...

Beh, decisamente un'ottima operazione di marketing quella di distinguere la versione "per tutti" da quella "delux", per i più patiti è davvero una bella chicca.
Credo che anche la scelta delle copertine sia azzeccata (anche se non ho capito il perché dei due illustratori) in quanto quella "standard" racconta un po' di più di quello che è Orfani, gli aficionados sanno già cosa andranno a trovare; discorso diverso per, come scriveva Recchioni, quelli che in edicola non ci vanno neanche per sbaglio e che quindi si ritrovano davanti ad una copertina assolutamente criptica. La stessa cosa l'abbiamo passato noi prima del lancio di orfani ve lo siete dimenticato? C'erano questi mascheroni che sì, capivi che erano guerrieri o soldati futuristici, ma nulla più...
naturalmente non c'è bisogno che lo dica io ma: ottimo lavoro ragazzi.
Nello.

Emanuele ha detto...

@Bach Flowers: francamente io sono per la versione di Mammucari...

Comunque bella iniziativa, ma personalmente continuerò a prendere l'albo in edicola ogni mese. Se poi in futuro uscirà una versione simile, ma che includerà l'intera prima stagione allora la prenderò.

RRobe ha detto...

Questa include l'intera stagione. Ma un volume unico di 1200 pagine non si può fare.

Nazareno Tabbita ha detto...

Ciao, vorrei capire quanti albo regolari sono contenuti nel volume.

RRobe ha detto...

Tre.

michelangelo giacomelli ha detto...

Mi quasi dispiace avere preso la serie "regolare" in edicola, ma due volte non lo ricompro tiè. (Se non altro per problemi di spazio.)
Però è un ottima versione per chi ha perso i Bonelli.

PukkaNaraku ha detto...

Io sono indecisissimo su quale edizione scegliere...a primo acchito mi intriga più la versione standard, ma la variant, vuoi anche per la sovraccoperta, non mi dispiacerebbe. Entrambe non si può, quindi il dilemma resta...boh, deciderò da vicino in fumetteria in questi giorni (forse già domani).
Piccola unica domanda: sappiamo già che la prima stagione verrà interamente pubblicata dalla BAO...ma ci si può già sbilanciare sulla seconda o attenderete, come immagino, di vedere le eventuali vendite? Mi dispiacerebbe avere la prima stagione in versione extralusso e poi recuperare (perché, volente o nolente, la seconda inizierà in edicola prima che questa prima termini il ciclo di 4 in fumetteria) la seconda stagione in edicola...O_o

Red ha detto...

Non potete nemmeno immaginare quanto abbia apprezzato l'aver comunicato subito che sarebbe uscita anche questa versione della BAO. Tra le tante cose belle di questo fumetto, questa è quella che vi fa più onore.

Experience ha detto...

Ma chi scrive gli editoriali, Busatta? Madonna, se non sa cosa scrivere meglio uno spazio bianco.

Efrem Brunetti ha detto...

"La forma E' contenuto"

Direi il riassunto perfetto della serie Orfani

PukkaNaraku ha detto...

Alla fine ho comprato la Variant, davvero bellissima!
Tra l'altro, ho notato anche una piccola chicca che sembra confermare che anche la seconda stagione riceverà il medesimo trattamento di riguardo: sul dorso c'è una quasi mezza O, il che anticipa che alla fine tutti i volumi, disposti l'uno di fianco all'altro, comporranno la parola ORFANI...e dato che 4 volumi non bastano a comporre tutta la parola, voilà, c'è una sorta di conferma che anche la seconda stagione sarà stampata in volumoni di lusso dalla BAO! ^_^