14.1.15

Matite in difesa della libertà di stampa... editori che se ne fregano del diritto d'autore.

LETTERA APERTA AL CORRIERE DELLA SERA.



Punto per punto quello che è successo.

- Una manica di estremisti fa una strage nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo.

- Molti autori di fumetti, satiristi e simili, scossi dall'accaduto, decidono di rispondere al massacro per satira, con la satira stessa. Sul web è tutto un fiorire di vignette e illustrazioni, postate liberamente e spontaneamente sui proprio spazi web: blog, Tumblr, Facebook, Instagram e via dicendo.

- Il Corriere della Sera decide di realizzare un volume a scopo benefico per le vittime della strage di Parigi.

- Per realizzare questo volume, che è arrivato in edicola oggi, quelli del Corriere pescano le vignette dal web e le impaginano alla bene e meglio. Con immagini a bassa definizione.

- Non chiedono alcuna autorizzazione agli autori.


Ora, magari sono strano io ma... se decidi di usare una mia immagine postata sul mio blog, o sulla mia pagina FB, o sul mio Instagram, o su qualsiasi altra piattaforma digitale a me intestata, sarebbe cosa gentile chiedermi il permesso di poterlo fare.

Magari io non ho piacere di collaborare con il tuo gruppo editoriale.

Magari - se voglio fare beneficenza- faccio un bonifico.

Magari non voglio essere associato ad alcuni dei punti di vista espressi da altri autori presenti nel volume.

Magari non ho piacere che il mio lavoro sia presentato in maniera orrenda, con un file a bassa risoluzione.

Magari non voglio che tu ti faccia bello e nobile con la mia roba.

Magari non voglio che una cosa che ho realizzato per uno specifico contesto e su una specifica piattaforma, sia usata da te in un contesto e su una piattaforma del tutto diversa.

Magari non ho piacere che una mia opera, nata da un preciso stato d'animo, sia commercializzata. Nemmeno per fini benefici.

Magari non amo essere scopato a mia insaputa. Almeno mandami dei fiori.


Ora, concludendo, io non ho nulla contro l'iniziativa del Corriere.
Anzi, mi sembra una cosa con un buon fine.
Ma i mezzi per metterla in pratica sono stati osceni.

Mi piacerebbe ricevere una lettera di scuse formali.
Sulle pagine del giornale, quello di carta.
Come di carta è il volume che hanno realizzato.
Che sul web, la parola vola.