24.11.15

YA - la battaglia di Campocarne - genesi di una copertina.

Per iniziare a scrivere YA ho lavorato con il metodo che, ogni tanto, uso per i fumetti.
Ovvero partire da una serie di immagini evocative e poi, da quelle, costruirci una storia intorno.
Questa cosa ha fatto in modo che quando si è iniziato a discutere di come sarebbe essere la copertina reale del libro, io avessi già le idee chiare in testa.
Qui sotto potete vedere tutto il processo:

 primissima versione di Stecco quando ancora si chiama Secco (poi ho pensato a Zerocalcare e l'ho cambiato).

 Primo disegno di Nonna Mannaia e l'Incappucciato.


 Primo bozzetto della Battaglia di Campocarne

Stecco e l'Albero delle Pene.


 Stecco si allena con l'Incappucciato. Questa scena doveva essere presente nel libro ma poi è stata eliminata.

Prima immagine per la copertina. Marta la Brutta, Stecco e l'Incappucciato.

Immagine definitiva di Gipi. L'Incappucciato è stato sostituito da Trappola, lo iettatore.


Se poi vi interessa, YA -la battaglia di Campocarne- è ordinabile da QUI.



3 commenti:

Michele Borgogni ha detto...

L'ho comprato ieri, appena finito l'ultimo Stephen King inizierò a leggerlo :)

Fabio T. ha detto...

Ho letto YA tutto d'un fiato, e scritto una recensione a caldo che può (o meno) farti piacere leggere: https://www.goodreads.com/book/show/28462581-ya-la-battaglia-di-campocarne

Ne approfitto per chiedere: ci sono piani per regalarci qualcosa della "Grande Avventura"? Nonostante YA mi abbia lasciato completamente "appagato", comprerei sicuramente un eventuale seguito.

Complimenti, in ogni caso!

Fabio T. ha detto...

..come non detto, hai già risposto a questa domanda qualche post più in giù: "E l'inizio di una trilogia.". Ottimo :)