24.11.15

YA - la battaglia di Campocarne - genesi di una copertina.

Per iniziare a scrivere YA ho lavorato con il metodo che, ogni tanto, uso per i fumetti.
Ovvero partire da una serie di immagini evocative e poi, da quelle, costruirci una storia intorno.
Questa cosa ha fatto in modo che quando si è iniziato a discutere di come sarebbe essere la copertina reale del libro, io avessi già le idee chiare in testa.
Qui sotto potete vedere tutto il processo:

 primissima versione di Stecco quando ancora si chiama Secco (poi ho pensato a Zerocalcare e l'ho cambiato).

 Primo disegno di Nonna Mannaia e l'Incappucciato.


 Primo bozzetto della Battaglia di Campocarne

Stecco e l'Albero delle Pene.


 Stecco si allena con l'Incappucciato. Questa scena doveva essere presente nel libro ma poi è stata eliminata.

Prima immagine per la copertina. Marta la Brutta, Stecco e l'Incappucciato.

Immagine definitiva di Gipi. L'Incappucciato è stato sostituito da Trappola, lo iettatore.


Se poi vi interessa, YA -la battaglia di Campocarne- è ordinabile da QUI.